Attualità
Viabilità

Svincolo Carate Nord: "Così l'area di servizio rischia di chiudere"

La società proprietaria del distributore Q8 sulla Statale 36 ha presentato un’osservazione alla variante al Pgt di Carate Brianza.

Svincolo Carate Nord: "Così l'area di servizio rischia di chiudere"
Attualità Caratese, 10 Novembre 2022 ore 19:00

Non piace alla «Kuwait Petroleum Italia», proprietaria dell’area di servizio «Q8» sulla Statale 36, il progetto dello svincolo Carate Nord, per l’adeguamento dello snodo al confine con Verano Brianza.

Osservazione alla variante al Pgt

La società, con sede a Roma, ha presentato un’osservazione alla variante al Piano di governo del territorio adottato a fine luglio dalla maggioranza di centrodestra (le opposizioni - Partito democratico e Movimento 5 Stelle - avevano votato contro, ndr) per chiedere che il progetto inserito nella documentazione del Pgt relativo ai tracciati della futura viabilità venga modificato tenendo conto dell’esistenza dell’attività commerciale (bar e tabaccheria) presso l’impianto di distribuzione di carburanti per garantirne la sopravvivenza.
L’osservazione, tra le 39 che la commissione Urbanistica terminerà di presentare nella seduta convocata per domani, mercoledì 9 novembre, mette nero su bianco le criticità e le ripercussioni che il progetto del nuovo svincolo Carate Nord avrà sull’area di servizio.

Una viabilità - secondo la «Kuwait Petroleum» - non bene definita sulle tavole del Piano e che, al momento, non consentirebbe quindi di valutare, anche ai fini della sicurezza, le reali distanze, da rispettare per legge, tra la strada e l’erogatore di Gpl (Gas di Petrolio Liquefatti) presente presso il punto vendita, la cui presenza - scrivono - «rischia di essere seriamente compromessa». Secondo la società, la futura viabilità «precluderebbe l’accesso all’impianto di carburante direttamente dalla Vallassina», consentendolo invece solo dalla nuova strada in progetto, proveniente dall’abitato di Carate Brianza. La riduzione del traffico in ingresso dalla Superstrada, da una parte, e la possibile preclusione dell’accesso all’area di posteggio dall’altro avrebbero un impatto economico importante sull’attività svolta all’interno dell’impianto dove funzionano da tempo un bar caffetteria e una tabaccheria.

L’istanza della «Kuwait» dovrà ovviamente essere esaminata, controdedotta (e quindi eventualmente accolta, parzialmente accolta oppure respinta) per essere poi votata in Aula consigliare in fase di approvazione della variante al Piano di governo del territorio, come previsto dall’iter di legge.

Il progetto Carate Nord

Anas - la società che ha la competenza sulla Statale 36 - ha già dato il via libera allo studio di fattibilità presentato dal Comune nell’aprile dello scorso anno per l’adeguamento dello snodo al confine con Verano.
Lo studio di fattibilità - redatto in otto punti - prevede la realizzazione di una contro-strada parallela alla Statale 36, dall’uscita di Carate Nord fino a Verano Brianza sud.
Nello studio è stato previsto anche un collegamento con la superstrada attraverso delle bretelle che si allacciano alle strade interne. Necessariamente verrà riconfigurata l’attuale rotatoria esistente, posta all’uscita di Carate Nord, che con la realizzazione di un nuovo rondò, collegherà la nuova contro-strada e via Petrarca nella zona del Policlinico e il centro sportivo comunale.
Nelle intenzioni dell’Amministrazione comunale, lo scopo principale è quello, ad opera ultimata, di creare una viabilità di servizio di fatto separata da quella della Vallassina.

Lo studio progettuale prevede che i flussi di veicoli diretti ai comparti commerciali, alle residenze, al distributore di benzina si separeranno dal flusso principale della Statale 36. Importante l’impegno economico stimato che ammonta a 4 milioni e 295 mila euro (Iva esclusa) di cui solo 2 milioni e 300 mila euro per l’esecuzione dei lavori, ma ai quali se ne dovranno aggiungere almeno altri due per le spese legate a indennità di esproprio, bonifiche, piani di sicurezza, monitoraggi geotecnici, compensazioni ambientali, sistemazione dell’area di rifornimento carburante, progettazione e direzione delle opere.

 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie