Menu
Cerca
Si torna a vivere!

Tavolini fuori e vie chiuse: ecco il piano estate

A Monza il sindaco ha incontrato i ristoratori per definire il futuro

Tavolini fuori e vie chiuse: ecco il piano estate
Attualità Monza, 10 Giugno 2021 ore 10:32

La situazione pandemica sta decisamente migliorando. A Monza nella scorsa settimana ci sono stati una media di due nuovi casi Covid al giorno (e 31 in tutta la Brianza), con oltre il 50% dei residenti già vaccinati con almeno la prima dose. Il coprifuoco sta per diventare un ricordo e stiamo per vedere finalmente bianco. Anche per questo il sindaco Dario Allevi è pronto a programmare la «stagione estiva».

Spazi esterni

Non solo con tanti eventi (come si legge qui), ma anche ridefinendo gli spazi cittadini. «L’esperimento dei tavolini all’esterno è risultato vincente e stiamo ricevendo tanti complimenti dai cittadini oltre che plauso dai ristoratori così agevolati in pandemia - ha spiegato il primo cittadino - Per questo stiamo pensando che non c’è necessità di tornare indietro, ma di andare avanti in quest’ottica».
Ieri, lunedì, Allevi ha incontrato i ristoratori. «Devo vederli tra poco - ci ha confidato - La chiusura al traffico di di via Bergamo è stata un successo e ora dobbiamo definire in che modalità proseguire. L’intenzione è di estendere la misura della chiusura anche ad altre vie, come la limitrofa via dei Gradi ma anche alla zona del Ponticello del Molino dove oggi sfrecciano le macchine e può essere pericoloso non delimitarne la chiusura in alcuni giorni e orari».

Monza così è più bella

Perché la città non solo si è svegliata con molta voglia di vivere, ma grazie ai piccoli angolini all’aperto creati dai ristoratori, si è ritrovata anche più bella e curata.
«Gli spazi esterni sono anche un’occasione di incrementare il presidio del territorio, con conseguenze positive sulla sicurezza e lotta al degrado ha rimarcato Allevi - Per questo l’intenzione non è di tornare indietro, ma di proseguire così almeno fino alla fine dell’anno con la gratuità. Poi si può definire delle tariffe, ma l’idea è che gli esterni possano essere mantenuti».

Spazi meno degradati

Basta farsi un giro in piazza Indipendenza, laddove spesso si segnalava degrado, brutte frequentazioni e arrivo delle Forze dell’ordine, per rendersi conto di come i presidi dei tavolini abbiano modificato (in meglio) la piazza.
«Può essere anche un’occasione per mostrare una Monza più turistica. Era nata come emergenza, ma è diventata un tratto distintivo. Ne può nascere di sicuro qualcosa di bello rispettando sempre le esigenze dei residenti - ha rimarcato il sindaco - Senza dubbio ci vogliamo puntare dato anche il successo delle visite gratuite alla Villa Reale, che abbiamo replicato nel weekend con un nuovo sold out. Monza può e deve essere sempre più attrattiva anche per chi arriva da fuori».

Necrologie