Attualità
Scuola

Un aiuto ai ragazzi in difficoltà, In-Presa apre la seconda scuola

Sabato 2 ottobre l'inaugurazione a Giussano. La scuola, fondata da Emilia Vergani, offrirà sostegno ai ragazzi di seconda e terza media a rischio di dispersione scolastica.

Un aiuto ai ragazzi in difficoltà, In-Presa apre la seconda scuola
Attualità Caratese, 17 Settembre 2021 ore 12:54

«In-Presa» aprirà la seconda sede nel comune di Giussano.

In-Presa inaugura la scuola negli spazi della parrocchia

Sabato 2 ottobre, nell’edificio della parrocchia attiguo alla chiesa dei Santi Filippo e Giacomo a Giussano, verrà inaugurata la nuova sede della cooperativa - già attiva dal 1997 a Carate Brianza - dedicata ai ragazzi in difficoltà scolastica, sociale e lavorativa e orientata alla formazione e al lavoro.

Le aule studio accoglieranno i ragazzi di seconda e terza media a rischio di dispersione scolastica per sostenerli a raggiungere la licenza media e far riscoprire il valore dell'apprendimento. Queste attività si svolgono al mattino e sono realizzate in stretta collaborazione con le scuole medie e i Comuni del territorio.

I laboratori educativi e formativi, orientati al lavoro, accompagneranno gli adolescenti a rischio di isolamento sociale e di devianza, con sofferenze psicologiche e con disabilità. Tanti i laboratori improntati sul lavoro come dimensione che dà valore alla persona: il laboratorio di sartoria, il laboratorio di cucina, la falegnameria, la tappezzeria e il laboratorio elettrico.

La giornata

La giornata di sabato 2 ottobre sarà aperta dalla Messa alle 9 presieduta dal Vicario episcopale, monsignor Luigi Angaroni; a seguire l’inaugurazione dei nuovi spazi che resteranno aperti anche domenica 3 ottobre, dalle 9,15 fino alle 13.

«Un luogo che vuole esprime la passione educativa di In-Presa per offrire un “tentativo di educare, attraverso tutto quello che si propone ai ragazzi”, come affermava la fondatrice Emilia Vergani a San Marino durante un convegno sull’educazione, “per far loro percepire che la vita ha un senso, che è carica di significato, che sono voluti, per cui, con noi, vale la pena provarci”», ha spiegato l’ad di In-Presa, Davide Bartesaghi.

 

La storia di In-Presa

In-Presa ha origine dall’iniziativa di Emilia Vergani, assistente sociale che nel 1994 decide di coinvolgere alcune famiglie a lei legate da profonda amicizia e i Servizi Sociali di Carate Brianza per proporre e sviluppare esperienze di affido diurno, formazione e inserimento lavorativo di ragazzi in situazione di difficoltà sociale, scolastica e lavorativa.

Dalla passione educativa per i ragazzi a lei affidati e dal suo impeto a ricercare con tenacia e coraggio il volto buono del Mistero che fa e sostiene tutte le cose, nel novembre del 1997 nasce il centro In-Presa. Nel gennaio 1999 viene costituita Associazione In-Presa Onlus.
Dal 2000, in seguito alla scomparsa della sua fondatrice, prende il nome di Associazione In-Presa di Emilia Vergani Onlus. Nel 2008 l’Associazione diventa Cooperativa Sociale In-Presa.

Con In-Presa collaborano oggi circa 350 tra artigiani e imprenditori della zona, che operano nei più svariati settori: meccanici, elettricisti, falegnami, gastronomi, pasticceri, carrozzieri, florovivaisti, tipografi.

Necrologie