Attualità
Edizione di successo

Ville Aperte in Brianza chiude con oltre 27mila presenze

Ricco de apprezzato il calendario di eventi che hanno riempito le ville con concerti, letture, laboratori, spettacoli teatrali e visite notturne.

Ville Aperte in Brianza chiude con oltre 27mila presenze
Attualità Brianza, 06 Ottobre 2021 ore 16:29

Tre week end, cinque province, 84 Comuni, 155 siti pubblici e privati, 72 eventi 27 itinerari, 500 volontari.  Sono i numeri che, in sintesi, raccontano l’edizione 2021 di Ville Aperte in Brianza che, nonostante il maltempo, è stata capace di portare 27.500 mila persone, tra adulti e bambini, “a rivedere le stelle” puntando sul patrimonio storico, culturale, artistico delle Brianze.

Ville Aperte in Brianza 2021, ottima affluenza

“Abbiamo sempre detto che questa era l’edizione della consapevolezza ed i fatti ci hanno dato ragione: i numeri sono la prova dell’entusiasmo con cui il pubblico ha accolto la manifestazione, ha partecipato alle visite guidate e alle numerose proposte collaterali dimostrando di voler vivere il territorio, all’insegna della cultura. E quest’anno non era per niente una sfida semplice: settembre è stato il mese della ripartenza di tante attività ed eventi di grande richiamo  - come per esempio il Gp, la fashion week e il salone del mobile.  In mezzo a tanta concorrenza, con i contingentamenti e con il maltempo che ha caratterizzato tutte le giornate domenicali, Ville Aperte si è saputa ritagliare negli anni un suo spazio ed ha conquistato una fascia di pubblico allargata che partecipa e si fa coinvolgere dalle proposte. Grazie a tutti i partner, ai Comuni, ai performers, ai volontari  che sono l’anima di questa manifestazione di cui siamo sempre più orgogliosi”. – commentano il Presidente Luca Santambrogio e la responsabile del progetto Ville Aperte Erminia Zoppè.

Edizione dedicata a Dante

Ville Aperte in Brianza, la storica manifestazione promossa dalla Provincia MB, quest’anno ha trovato ispirazione nei versi che chiudono l’Inferno di Dante Alighieri per proporre un format che, partendo dalle tradizionali visite guidate,  ha proposto il patrimonio storico come contenitore per promuovere la Bellezza, la Cultura e le Arti: un invito a guardare al futuro con speranza partendo dalla celebrazione delle cose belle che ci circondano.

In  questa edizione, infatti, è stato presentato un ricco calendario di eventi collaterali che hanno riempito le ville con concerti, letture, laboratori, spettacoli teatrali e visite notturne registrando sold out in ogni data.
Un capitolo speciale  è stato dedicato a Dante Alighieri con una serie di iniziative per celebrare l’Arte del sommo poeta a 700 anni dalla sua morte: la rassegna "DanteVille", promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza in collaborazione con BrianzAcque attraverso una Call for Artists , ha  coinvolto 435 persone che hanno preso parte agli spettacoli, appuntamenti di musica e letteratura, ed osservazioni guidate del cielo notturno, a cura delle 4 associazioni selezionate (Associazione Pontos-Teatro, Associazione Culturale Amici della Musica Monza, Dramatrà e Art-U Associazione, Associazione Guidarte).

Apprezzato dal pubblico anche il ricco calendario Dante DCC (700), una serie di letture, convegni, concerti, organizzati dai partner della manifestazione, e dedicati alla celebrazione del Sommo Poeta.
Una edizione “family friendly” con spettacoli letture ed animazioni a cura della performer Alice Bossi che ha coinvolto circa 320 bambini alla scoperta del patrimonio storico della Brianza.

4 foto Sfoglia la gallery

Debutto anche per il teatro

Anche il teatro ha fatto il suo debutto nel format Ville Aperte con l’anteprima dello  spettacolo teatrale “Il popolo dell’acqua”, messo in scena dalla compagnia dei Teatri Reagenti e prodotto da Brianzacque.
Ha funzionato la collaborazione con il Liceo Musicale B. Zucchi di Monza, per la prima volta presente a Ville Aperte, che ha permesso di proporre ad  un pubblico di oltre 140 appassionati musica classica in diverse ed affascinanti  location.
L’edizione 2021, dunque, è stata caratterizzata  dall’apertura  alla sperimentazione per portare le Arti nei luoghi della Cultura mantenendo nelle visite guidate la cifra distintiva di una manifestazione che dimostra di crescere anno dopo anno.

I siti più visitati in Brianza

Per la provincia di Monza e Brianza tra i siti più visitati la Reggia di Monza (3000 visite) e il suo Parco che è stato protagonista di alcune visite guidate delle sue Cascine, Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno (447 persone) e Villa Borromeo d’Adda a Arcore (275 ingressi). Grande interesse a Desio per Villa Longoni (765 visitatori) e Villa Cusani Tittoni Travesi (555 ingressi), che ha ospitato lo spettacolo “MOSTRUOSO DANTE. Cronaca di un viaggio infernale” e l’osservazione guidata del cielo autunnale “CELESTE DANTE” a cura di Guidarte. Buone le presenze per la novità di questa edizione di Ville Aperte, Villa Zoja a Concorezzo, 256 visite nei due weekend di apertura. Successo anche per il Pozzo n.2 di Lissone, aperto grazie a BrianzAcque e visitato da 212 persone, per Villa Taverna a Triuggio, 197 ingressi nell’unico fine settimana di apertura, e i beni aperti nel vimercatese, 773 visitatori, come Villa Gallarati  Scotti e il casino di caccia e il parco di Villa Borromeo.

Ville Aperte, i siti più visitati a Milano, Lecco e Como

Nella provincia di Milano molto richieste le visite alla new entry di questo anno, Villa Casati Stampa (173 persone) a Cinisello Balsamo, Villa Arconati a Bollate (378 ingressi), e Villa Litta a Lainate, con 626 visitatori.
Spostandosi verso la provincia di Lecco, ha suscitato molto interesse la visita guidata del Lago di Pusiano a bordo del battello Vago Eupili, che ha circumnavigato l’Isola dei Cipressi e che ha visto partecipare 183 persone nell’unica giornata disponibile.
Grande richiamo di pubblico, circa 615 ingressi, anche per Villa Marzorati Uva, a Missaglia, dove erano esposti due dipinti del celebre Pittore Fiammingo Peter Paul Rubens e di Erasmus II Quellinus, allievo di Rubens. Interesse anche per Villa Agnesi Albertoni a Montevecchia, 162 persone nei due weekend di apertura, Palazzo Bassi Brugnatelli a Robbiate, 330 ingressi, Villa Besana a Sirtori, 268 visitatori, e boom di richieste, 1136 persone, per Villa Monastero a Varenna.
Buona presenza anche per i siti aperti nella provincia di Como, tra cui si segnala Villa Adelaide ad Alserio, con 192 ingressi, Villa Bernasconi a Cernobbio, con 185 visitatori, e il Parco di Villa Padulli a Cabiate, con 120 persone nell’unico giorno di apertura.
Infine, tra le novità 2021 nella provincia di Varese, buon successo per Villa Borletti con il suo Parco e la Chiesa di S. Giorgio, che nei due fine settimana di apertura hanno accolto 148 persone.

Necrologie