Entra acqua dal tetto

“Ad ogni nubifragio il PalaDesio si allaga”. Il Codacons presenta un esposto

Riemerge la problematica della manutenzione del tetto.

“Ad ogni nubifragio il PalaDesio si allaga”. Il Codacons presenta un esposto
Desiano, 17 Agosto 2020 ore 15:40

“Ad ogni forte pioggia il PalaDesio si allaga”. Il Codacons presenta un esposto per difetto di custodia e rischi per l’incolumità pubblica.

Allagamenti al PalaDesio

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica per difetto di custodia e rischi per l’incolumità pubblica del PalaDesio. Lo ha comunicato l’associazione in una nota diffusa alla stampa in cui spiega che, ad ogni violenta pioggia (e in questi ultimi mesi ce ne sono state parecchie) il palazzetto si allaga.

L’ultimo episodio, durante i forti nubifragi di fine luglio che si sono abbattuti anche in Brianza, creando molti danni. Compreso, spiega il Codacons, l’allagamento del palazzetto dello sport in largo Atleti Azzurri d’Italia.
“Purtroppo è stata una replica di quanto accaduto a giugno – sono le parole di Oreste De Faveri, gestore dell’impianto, riportate dal Codacons – Anche in questo caso, ho chiamato in Comune per avvisare, ma poi non si è smosso niente. Stiamo ancora aspettando”.

In realtà l’Amministrazione comunale, attraverso l’assessore allo sport Giorgio Gerosa e i tecnici, ha subito preso in carico la situazione e cercato di risolvere il problema non di poco conto, prosegue il Codacons nella nota. L’acqua si infiltra nelle travi e poi scivola giù fino ai seggiolini – spiega il Codacons -: succede in varie zone dell’impianto, la parte maggiormente colpita è quella della cosiddetta gabbia, il settore dei tifosi ospiti.
“I sopralluoghi e le valutazioni sono stati fatti ed è chiaro che è un problema da risolvere prima possibile”, dice l’assessore Gerosa.

Il bando deserto

“Un tentativo è stato fatto attraverso il bando pubblico per ricevere manifestazioni di interesse per la gestione e il rilancio della maxistruttura. Ma il bando è andato deserto” – prosegue il Codacons.
“In questo momento è difficile ipotizzare il rifacimento complessivo, dobbiamo quindi lavorare per andare a completare l’intervento parziale fatto tempo fa – sono le parole dell’assessore Gerosa riportate dall’Associazione. Abbiamo stimato che servono circa 50mila euro”.
“Ci sono diversi bandi aperti, anche della Regione, per gli impianti sportivi – sottolinea De Faveri – speriamo che il Comune partecipi e riesca a reperire delle risorse per lo sport cittadino”.

“Tra i doveri della Pubblica Amministrazione previsti dal Codice Civile e dalla Costituzione spicca anche quello di garantire l’integrità fisica, la sicurezza e la salute dei cittadini – si legge nella nota del Codacons. Nel caso di specie il Comune, che è – tra gli altri – ente responsabile della tutela della salute dei cittadini, deve costantemente monitorare su ogni edificio (anche non di proprietà) perché siano evitati rischi alle persone”.
Il Codacons ha quindi presentato un esposto alla Procura della Repubblica per difetto di custodia e rischi per l’incolumità pubblica.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia