Emergenza

Agrate, le mascherine saranno consegnate dai giovani volontari

Il Comune garantirà il più alto numero di dispositivi possibile

Agrate, le mascherine saranno consegnate dai giovani volontari
Vimercatese, 08 Aprile 2020 ore 11:47

Ad Agrate le mascherine saranno consegnate dai giovani volontari.

Stanno iniziando proprio in questi giorni le operazioni per la distribuzione dei dispositivi personali ad opera delle Amministrazioni comunali. Per farlo sarà necessario l’aiuto dei volontari, come a Vimercate, dove le mascherine sono in consegna grazie all’operato della Protezione civile e dell’Avps.

Largo ai giovani!

Come detto, a partire dalla giornata di domani, giovedì 9 aprile, saranno i giovani del Centro Sulè ad occuparsi della consegna porta a porta, come specificato dal sindaco Simone Sironi.

“Da giovedì i volontari del Centro Giovani Sulè, a cui rivolgo il mio personale ringraziamento e quello di tutta la nostra comunità, cominceranno la distribuzione porta a porta di una mascherina per ogni nucleo monoparentale e di due mascherine per tutti gli altri nuclei. La distribuzione comincerà a coprire i nuclei in cui sono presenti persone di età compresa tra i 55 e gli 85 anni.
Questa è una prima fase di distribuzione ma il nostro impegno è quello di coprire tutti i nuclei famigliari nel più breve tempo possibile, non appena saranno disponibili le mascherine che stiamo provvedendo ad acquistare. Ogni nucleo famigliare riceverà, comunque, fino ad un massimo di due mascherine”

I volontari lasceranno le buste con le mascherine esclusivamente nelle caselle della posta, pertanto senza accedere agli ingressi delle abitazioni.

Lo sforzo del Comune

Le mascherine arrivate da Regione Lombardia ovviamente non basteranno per tutti i cittadini, ma il Comune si sta impegnando per garantire il maggior numero di dispositivi possibile.

“Ne sono arrivate 4.300 per una popolazione di più di 15.000 abitanti, sufficienti dunque a coprire circa il 28% del totale – prosegue Sironi – Allo scopo di raggiungere più persone possibili, abbiamo deciso di integrare questa fornitura regionale con quelle che sono a nostra disposizione dagli acquisti e dalle donazioni ricevute. Sin dall’inizio di questa emergenza non abbiamo mai fatto mancare il nostro supporto nel fornire i dispositivi di protezione a coloro che sono impegnati in prima linea. Continueremo sicuramente a farlo anche nelle prossime settimane e inoltre: i medici di base saranno riforniti di mascherine per gestire eventuali necessità da parte dei pazienti sprovvisti; la Protezione Civile continuerà nella produzione di mascherine che potrà così distribuire all’occorrenza durante il monitoraggio del territorio; la Polizia Locale provvederà alla consegna a coloro che sono in sorveglianza attiva; gli uffici forniranno un mascherine ai nuclei famigliari in difficoltà economica che hanno fatto domanda per i buoni spesa”.

“Non perdiamo di vista l’obiettivo”

Il sindaco ha anche comunicato come al momento ci siano ancora 36 agratesi positivi al Covid-19, mentre 41 sono in sorveglianza attiva al loro domicilio. La comunicazione del primo cittadino, infine, si chiude con un pensiero alla cittadinanza in questo momento di grande difficoltà.

“Ricordo a tutti che chiunque dovesse avere urgenza può rivolgersi, in ogni caso, al nostro numero di telefono 039.6051234. Niente è nulla di più importante ed efficace che rispettare le regole e non uscire di casa se non per necessità urgenti. Non perdiamo di vista l’obiettivo proprio adesso! Un abbraccio, solo virtuale ma ugualmente sentito”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia