Menu
Cerca
Ultim'ora

Aifa blocca Astrazeneca in tutta Italia

Bloccato l'uso su tutto il territorio nazionale. La campagna ora anche in Brianza rischia un rallentamento

Aifa blocca Astrazeneca in tutta Italia
Cronaca Monza, 15 Marzo 2021 ore 16:51

Bloccato da Aifa anche in Italia il vaccino AstraZeneca. In questo momento oggi, 15 marzo 2021, è arrivata la Nota di Aifa dopo la decisione analoga di Germania e Francia.

Blocco di AstraZeneca anche in Italia

“L’Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’Ema, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid 19 su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei”, si legge nella nota di Aifa.

Approfondimenti in corso

Aifa ha annunciato altresì che ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso. “L’Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. Aifa renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”, la nota giunta pochi minuti fa.

Ripercussioni anche in Brianza

Come è noto la campagna vaccinale anche in Brianza si sta avvalendo anche del siero di AstraZeneca oltre che di Pfizer, per questo potrebbero esserci già da domani rallentamenti. Nei centri vaccinali in questo momento si sta continuando a vaccinare perché la notizia del blocco non è ancora arrivata. In particolare a Monza il siero è usato soprattutto per vaccinare gli insegnanti. Proprio di oggi la notizia che si sarebbero garantite 400 inoculazioni al giorno agli insegnanti grazie al nuovo slot vaccinale al San Gerardo vecchio di via Solferino a Monza, che si aggiungono alla postazione in Clinica Zucchi e al Policlinico. In Brianza la popolazione scolastica da vaccinare conta  20mila persone e molte di loro nei giorni scorsi hanno già ricevuto il vaccino AstraZeneca. In totale sono già state vaccinate nel mondo circa 15 milioni di persone.

Dopo il caso Piemonte

In Italia, dopo la sospensione del primo lotto la scorsa settimana, la Procura di Biella ha disposto il sequestro di un altro lotto AstraZeneca a seguito del decesso di un insegnante, morto nella notte di sabato.
Solo ieri sera Aifa aveva rassicurato, con una nota nella quale si leggeva che «i casi di decesso verificatisi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca hanno un legame solo temporale. Nessuna causalità è stata dimostrata tra i due eventi. L’allarme legato alla sicurezza del vaccino AstraZeneca non è giustificato. Aifa sottolinea che le attività di farmacovigilanza proseguono sia a livello nazionale che europeo in collaborazione con Ema, monitorando con attenzione possibili effetti avversi legati alla vaccinazione. Aifa rassicura fortemente i cittadini sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca per una ottimale adesione alla campagna vaccinale in corso». Ora, la doccia fredda.

 

Seguono aggiornamenti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli