Cronaca
L'intervento

Albiate, "catturati" nella notte due vitelli in fuga da una stalla

I due bovini fuggiti da una stalla di un privato sono stati individuati in via Cesare Battisti: allertata anche l'Asl veterinaria.

Albiate, "catturati" nella notte due vitelli in fuga da una stalla
Cronaca Caratese, 10 Novembre 2021 ore 16:09

Due vitelli in fuga da una stalla ad Albiate sono stati alla fine catturati e riconsegnati al loro proprietario.

Avvistati in via Cesare Battisti ad Albiate

Notte insolita per i Carabinieri impegnati nella consueta pattuglia di controllo serale del territorio. I militari transitando attorno alle 2,30 di oggi, mercoledì, in via Cesare Battisti, all'altezza dello showroom Maspero Mobili, si sono imbattuti in due esemplari di vitelloni che si muovevano a bordo strada.

Immediate sono scattate così le operazioni di recupero da parte delle forze dell'ordine, che hanno provveduto a contattare il servizio dell'Asl veterinaria competente. Dopo aver raccolto la segnalazione e la dettagliata descrizione degli uomini dell'Arma, il medico veterinario di turno ha proceduto successivamente alla cernita degli allevamenti della zona per poi risalire al proprietario dell'allevamento.

In realtà, come si è scoperto al termine degli accertamenti, i due bovini erano fuggiti da una stalla privata ubicata al confine tra i comuni di Albiate, Sovico e di Lissone.  Per scongiurare disagi e pericoli alla circolazione sulla strada, i due vitelli sono stati indirizzati inizialmente verso la zona di campagna al confine con il quartiere del Dosso in attesa dell'arrivo di altri allevatori della zona che si sono prestati per offrire soccorso in attesa dell'intervento del legittimo proprietario che li ha poi recuperati e catturati.

Non è escluso che i due animali potrebbero essere anche fuggiti in seguito ad un tentativo di furto avvenuto nella stalla di proprietà. Il recinto rimasto aperto ha agevolato la loro fuga verso il centro abitato fino al  provvidenziale intervento dei Carabinieri.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie