Nuova nomina

Alessandro Pagano nuovo segretario generale della Cgil Lombardia

Pagano, 55 anni, lascia la guida della Fiom Cgil Lombardia, di cui è stato segretario generale dal 2017.

Alessandro Pagano nuovo segretario generale della Cgil Lombardia
Cronaca 14 Aprile 2021 ore 16:50

Con il 94,2% dei consensi, l’Assemblea Generale, riunita online, ha eletto oggi Alessandro Pagano segretario generale della Cgil Lombardia.

Alessandro Pagano nuovo segretario generale della Cgil Lombardia

Pagano, 55 anni, lascia la guida della Fiom Cgil Lombardia, di cui è stato segretario generale dal 2017. Il suo percorso sindacale comincia come delegato Rsu del gruppo Esaote di Genova, la sua città natale. Dal 2000 al 2006 è funzionario della Fiom Cgil di Genova. Viene poi eletto nella segreteria della Fiom Cgil di Mantova, categoria di cui diventa segretario generale nel 2008. Nel 2010 viene chiamato a ricoprire il ruolo di coordinatore nazionale Fiom Cgil della cantieristica navale e in seguito di Finmeccanica. Nel 2017 viene eletto segretario generale della Fiom Cgil Lombardia.

Oggi Alessandro Pagano prende la guida della più grande struttura confederale regionale della Cgil, con quasi 900mila iscritte e iscritti.

Nuovi componenti della segreteria

Nella giornata odierna sono state elette anche due nuove componenti della segreteria: Angela Mondellini, che ricopre anche il ruolo di segretaria generale della Cgil di Monza Brianza, e Debora Roversi, già segretaria generale della Cgil di Pavia.

La segreteria della Cgil Lombardia, rispettando la parità di genere sancita dallo Statuto, risulta perciò composta da: Alessandro Pagano, Massimo Balzarini, Massimo Bonini, Valentina Cappelletti, Marco Di Girolamo, Daniele Gazzoli, Angela Mondellini, Debora Roversi, Monica Vangi.

Tutta la Cgil Lombardia ringrazia Elena Lattuada, segretaria generale dal 2014 ad oggi, per l’impegno, la dedizione e la passione con cui in questi anni ha guidato il sindacato regionale, certi che continueremo ancora a lottare, fianco a fianco, per i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori.

Necrologie