Il benvenuto al parroco

Barlassina accoglie don Giovanni Rigamonti

Messa d'ingresso ufficiale celebrata dal nuovo arciprete del paese.

Barlassina accoglie don Giovanni Rigamonti
Cronaca Seregnese, 09 Dicembre 2020 ore 14:09

Barlassina accoglie don Giovanni Rigamonti.  In parrocchiale la Messa d’ingresso ufficiale celebrata dal nuovo arciprete del paese.

Don Giovanni è ufficialmente il nuovo arciprete

Martedì mattina in chiesa San Giulio, don Giovanni Rigamonti è divenuto ufficialmente il nuovo arciprete di Barlassina. Il sacerdote, arrivato da Verano, è in paese da quasi due mesi, ma la celebrazione ufficiale è avvenuta soltanto ieri, l’8 dicembre. A celebrare con lui la funzione, tra gli altri, don Dante Crippa, don Andrea Zolli e monsignor Luciano Angaroni, vicario episcopale. “Ringrazio tutti voi per l’accoglienza. Ci avviciniamo ad un momento importante. Celebriamo la parola di Dio e il suo amore, non dimenticando che anche quest’anno sarà Natale, nonostante un periodo complesso e difficile”.

Dal sindaco a don Andrea: l’accoglienza a don Giovanni

Nel corso della funzione tante sono state le associazioni e le autorità presenti: Auser, Protezione Civile, Pro Loco, ma anche la Polizia Locale con il comandante Giovanni Ranno e l’Amministrazione rappresentata in primis dal sindaco Piermario Galli. “Carissimo don Giovanni, un benvenuto di cuore. Perdona se oso rivolgermi a te con il “tu”, non vuole certo essere una mancanza di rispetto, ma volontà di farti sentire subito a casa. Arrivi in una comunità ricca di storia, di talenti e di generosità. una comunità in cui l’alleanza a favore del bene comune tra la comunità cristiana e quella civile è sempre stata forte e ha portato buoni frutti. Da sempre un parroco è un punto di riferimento e sono certo che i barlassinesi non ti faranno mancare sostegno e affetto. Ti posso assicurare che potrai contare sulla nostra collaborazione”, ha affermato il sindaco. Così don Andrea Zolli: “Un benvenuto ufficiale da tutta la comunità giovanile. Avrai sempre il mio sostegno e la mia disponibilità per i nostri ragazzi”. Un saluto è arrivato anche dalla comunità di Verano attraverso una lettera: “Hai seminato con abbondanza e hai saputo instaurare relazioni profonde. Siamo certi che la tua opera continuerà”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità