Clamoroso

Bellusco, studenti delle scuole medie rimandati a casa dalla preside

Il dirigente scolastico avrebbe lamentato una mancata sanificazione dei locali. Ma il Comune si difende: "Tutto in regola".

Bellusco, studenti delle scuole medie rimandati a casa dalla preside
Vimercatese, 23 Settembre 2020 ore 11:20

Bellusco, studenti delle scuole medie rimandati a casa dalla preside. Il dirigente Laura Sisca avrebbe lamentato una mancata sanificazione dei locali dopo la tornata elettorale.

Il Comune non ci sta

Studenti rispediti a casa dopo essersi presentati a scuola. E’ clamoroso quanto accaduto questa mattina alla secondaria “Falcone e Borsellino”, plesso che raccoglie alunni di Bellusco e Mezzago. La preside Laura Sisca avrebbe lamentato una mancata sanificazione dei locali dopo la tornata elettorale di domenica e lunedì, quando i cittadini sono stati chiamati a votare per il referendum. Una decisione che ha colto di sorpresa l’Amministrazione comunale di Bellusco, che attraverso un comunicato stampa ha spiegato come la sanificazione di tutta la scuola fosse stata svolta regolarmente.

“Siamo dispiaciuti di quanto accaduto questa mattina alla scuola secondaria di Bellusco e del forzato rientro a casa per tutti gli alunni, fatto grave e mai accaduto nel nostro paese – si legge nel comunicato stampa diramato dall’Amministrazione guidata dal sindaco Mauro Colombo – Ad ora non è arrivata nessuna contestazione formale da parte della Scuola. Teniamo a precisare che la sanificazione degli ambienti era stata fatta nei tempi previsti e le attestazioni in nostro possesso lo dimostrano. Sono state rilasciate con rapportino, dichiarazione e schede tecniche e sicurezza dei prodotti. Spiace che centinaia di alunni siano stati mandati a casa. Abbiamo chiesto alla Polizia locale di vigilare sul territorio per una maggiore sicurezza e controllo sui minori presenti per le vie del paese questa mattina. Stante quindi il fatto che la sanificazione è avvenuta nei tempi previsti, siamo sicuri che una collaborazione per il bene dei ragazzi, delle famiglie e della comunità sia possibile. E continueremo a fare il possibile, in termini di attività e di atteggiamenti costruttivi, perché questo accada. Altrimenti, a farne le spese saranno soltanto gli alunni, le famiglie e più in generale la credibilità e l’autorevolezza delle Istituzioni coinvolte”.

Seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia