Cerimonia

Carate Brianza è ora una città cardioprotetta

Il progetto “Cuore In-forma” è diventato operativo con il taglio del nastro di otto nuovi totem per i Dae a seguito della sottoscrizione nello scorso dicembre dell’accordo tra l’Amministrazione comunale di Carate Brianza e l’Italian Medical System di Quinzano D’Oglio.

Carate Brianza è ora una città cardioprotetta
Caratese, 19 Settembre 2020 ore 12:47

Carate è città cardioprotetta.

L’Amministrazione comunale ha inaugurato questa mattina, sabato 19 settembre in Villa Cusani otto nuovi defibrillatori che saranno posizionati in altrettanti luoghi cittadini contribuendo in modo concreto alla salute e la sicurezza di tutta la popolazione.
Il progetto “Cuore In-forma” è diventato operativo con il taglio del nastro ufficiale di otto nuovi totem per i Dae a seguito della sottoscrizione nello scorso dicembre dell’accordo tra l’Amministrazione comunale di Carate Brianza e l’Italian Medical System di Quinzano D’Oglio (BS) è partito il progetto, con l’obiettivo di posizionare sul territorio caratese otto nuovi defibrillatori semiautomatici di emergenza, dispositivi di sicurezza a disposizione della salute di tutti i cittadini.

La cerimonia in villa Cusani a Carate

La cerimonia di inaugurazione si è svolta questa mattina in Villa Cusani. Un momento ufficiale che rappresentato la consegna dei totem alla cittadinanza, oltre ad un ringraziamento e riconoscimento verso le aziende e gli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa contribuendo direttamente all’incremento del numero di DAE disponibili sul territorio comunale. I totem con i defibrillatori saranno attivi in via Marengo, in piazza IV Novembre, a Costa Lambro in via Buonarroti, ad Agliate in via Cavour, in via Firenze, in via Rivera incrocio via Moscatelli, in via Cusani angolo piazza Martiri delle Foibe e piazza Caduti della Libertà.

Il Dae è un dispositivo che invia una scarica elettrica ad alto voltaggio al cuore di una persona colpita da arresto cardiaco improvviso. L’emissione di questa scossa elettrica viene chiamata defibrillazione, il cui scopo è quello è di riportare il cuore al suo normale ritmo cardiaco nel caso di un arresto cardiaco improvviso. I defibrillatori sono dispositivi intuitivi da utilizzare: emettono istruzioni vocali che ti seguono passo dopo passo e spesso ci sono grafiche che guidano durante l’intero soccorso. Tuttavia è meglio
comunque aver conseguito una formazione e abilitazione all’utilizzo.

La ditta Italian Medical System in questi mesi ha operato un importante lavoro sul territorio coinvolgendo nel progetto numerose ditte cittadine. La risposta da parte delle aziende del territorio è stata molto positiva: sono state 41  le attività commerciali e gli imprenditori che hanno voluto contribuire al progetto arrivando alla copertura dell’acquisto di otto nuovi Dae.

Il grazie agli sponsor

Alla cerimonia, alla presenza del Sindaco e dell’assessore alle Politiche sociali e associazioni sociali, sono stati invitati anche tutti i rappresentanti degli esercizi commerciali che hanno
sponsorizzato i DAE oltre ai rappresentati della Italian medical System di Quinzano D’Oglio (BS) che ha curato il Progetto “Cuore In-forma” per la consegna all’Amministrazione di Carate Brianza dei DAE in comodato d’uso gratuito.
Sarà inoltre l’occasione per ringraziare la Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza che ha donato undici defibrillatori che sono stati collocati lo scorso dicembre nelle scuole e negli edifici
pubblici del territorio.
“Sono soddisfatta della collaborazione che il progetto “Cuore Informa” ha saputo creare in città. Da un lato con il territorio cittadino attraverso le aziende che hanno
raccolto un importante input arrivato dall’Amministrazione comunale – ha spiegato Cristina Camesasca, assessore alle Politiche sociali – Ma non solo. Per centrare l’obiettivo abbiamo anche assistito ad un ottimo lavoro d’equipe degli Uffici comunali sia i Servizi sociali ma anche l’Ufficio tecnico, che ringrazio per il prezioso lavoro svolto, che hanno saputo operare in sinergia realizzando un nuovo importante tassello per la nostra città e per la salute e la sicurezza dei nostri cittadini”.
Una soddisfazione condivisa nella giornata inaugurale anche dal sindaco, Luca Veggian: “Oggi Carate Brianza è più sicura perché con otto nuovi Dae esterni e undici all’interno di scuole e strutture comunali è finalmente una città cardioprotetta. Sono contento di avere portato a termine un progetto così importante per la vita dei miei cittadini e ringrazio la Bcc ma anche ogni singolo imprenditore che ha voluto essere al nostro fianco in questa iniziativa – ha continuato il primo cittadino di Carate Brianza – E’ un piano che parte da lontano e si completa oggi con il taglio del nastro dei defibrillatori esterni. Nei mesi scorsi abbiamo coinvolto con dei corsi per l’utilizzo dei Dae e di primo soccorso non solo tutto il personale delle scuole ma anche quello comunale perché la formazione è importante e spesso permette, in caso di emergenza, di salvare una vita. E continuerà nei prossimi mesi con dei corsi aperti alla cittadinanza per tutti coloro che abitano e lavorano nelle immediate vicinanze dei nuovi Dae”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia