Menu
Cerca
Triuggio

Chiusi i parchi gioco pubblici

Ordinanza del Comune in considerazione dell'evolversi della situazione epidemiologica.

Chiusi i parchi gioco pubblici
Cronaca Caratese, 03 Marzo 2021 ore 17:31
Chiusi i parchi gioco pubblici a Triuggio per fronteggiare l'emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

Chiusi i parchi gioco pubblici

Con ordinanza sindacale numero 1 del 2 marzo 2021 è stata disposta la chiusura al pubblico di tutti i parchi giochi, presenti sul territorio comunale di Triuggio in considerazione dell'evolversi della situazione epidemiologica, del carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia in questi giorni e l'incremento dei casi sul territorio provinciale e anche nel Comune di Triuggio. La presente misura di prevenzione ha la finalità di prevenire i contagi, evitando i possibili assembramenti di persone e avrà decorrenza fino a tutto il 9 marzo 2021.

Le aree chiuse

Saranno chiusi al pubblico le sotto elencate aree pubbliche, adibite a parco gioco:
- parco Giorgio La Pira;
- parco via c.na Gianfranco;
- parco via Diaz;
- parco via M.L. King;
- parco via delle Grigne;
- parco cascina Boffalora;
- campetto via don Paolo Villa;
- pista pattinaggio via Kennedy
Il monito dell'Amministrazione comunale: "Chiediamo ancora una volta la massima attenzione e il massimo rispetto delle disposizioni sull’utilizzo della mascherina, dell’igiene delle mani e del distanziamento sociale".

L'ordinanza

"Vista la dichiarazione dell'Organizzazione mondiale della sanità dell'11 marzo 2020 con la quale l'epidemia da Covid-19 è stata valutata come pandemia in considerazione dei livelli di diffusività e gravità raggiunti a livello globale - si legge nell'ordinanza firmata dal sindaco di Triuggio, Pietro Cicardi - Viste le linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini e adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19. Vista l’ordinanza del Consiglio dei Ministri del 13 gennaio 2021, per la proroga fino al 30 aprile 2021 dello stato di emergenza, in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. Vista l'ordinanza del Ministro della Salute del 27 febbraio 2021, con la quale la Lombardia viene collocata in “zona arancione, a partire da lunedì 1 marzo 2021. Considerato che sulla base delle raccomandazioni della Commissione indicatori Covid-19 di Regione Lombardia e sentito il Ministero della Salute, in data 1 marzo 2021 il presidente di Regione Lombardia ha firmato due nuove ordinanze con l’obiettivo di rafforzare le misure di prevenzione e contrasto al Covid su specifiche aree del territorio lombardo, le cui misure entrano in vigore oggi, marzo 2021 con scadenza il 10 marzo 2021 compreso, salvo eventuali proroghe. Il Comune dispone la chiusura al pubblico di tutti i parchi giochi presenti sul territorio comunale".

Necrologie