Menu
Cerca
I numeri

Come sta andando la campagna vaccinale anti-Covid in Brianza

Al San Gerardo quasi mille operatori vaccinati. 1700 i vaccini somministrati in Asst Brianza.

Come sta andando la campagna vaccinale anti-Covid in Brianza
Cronaca Monza, 07 Gennaio 2021 ore 21:25

Sono trascorsi 10 giorni dall’oramai noto Vaccine Day in Lombardia. L’inizio di una lunga campagna vaccinale che dovrebbe portare nei prossimi mesi a somministrare il vaccino anti-covid a gran parte della popolazione.

Come sta andando la campagna vaccinale anti-Covid in Brianza?

Come già detto più volte la vaccinazione è iniziata dal personale sanitario, anche in Brianza. La campagna, partita a pieno regime lo scorso 4 gennaio, vede al momento circa 2700 operatori già vaccinati. 

Per quanto riguarda l’Asst di Monza, al San Gerardo si procede da oggi ad un ritmo di 282 somministrazioni al giorno, sette giorni su sette. Sono 949 gli operatori già vaccinati (dato aggiornato a mercoledì 6 gennaio). 

Per quanto riguarda il personale dell’Asst Brianza al momento risultano vaccinati quasi 1.700 operatori. A questi occorre aggiungere altri 24 operatori che erano già stati vaccinati il 31 dicembre (seduta che è stata utile per testare il processo di lavorazione – dalla preparazione del vaccino, alla sua somministrazione). Un’altra decina erano stati vaccinati il 27 dicembre, nel corso del vaccine day della Brianza, a Monza.

Le prenotazioni

Sempre ad oggi sono quasi 3.000 gli operatori dell’Asst Brianza che hanno prenotato la propria vaccinazione su 3.900 dipendenti dell’ASST (il dato non include gli operatori delle ditte esterne o appaltanti, etc. che saranno anch’essi vaccinati). Il totale dei soggetti che saranno vaccinati è di 5.460.
Tre i punti vaccinali dell’ASST Brianza: Vimercate, Desio e Carate. L’organizzazione prevede la somministrazione del vaccino 7 giorni su 7, per otto ore al giorno.

Obiettivi

L’obiettivo – fa sapere l’Asst – è completare entro metà gennaio la vaccinazione al personale sanitario, tecnico, amministrativo e di realtà esterne che lavorano in ospedale. Terminata questa fase i soggetti interessati saranno gli operatori ATS, gli addetti al soccorso, i pediatri e i medici di famiglia. L’ultima decade di gennaio si dovrebbe cominciare ad interessare le RSA (operatori e ospiti). Completato questo percorso si potrà allargare la vaccinazione alla popolazione, nelle modalità che saranno definite.
Necrologie