Cronaca
Sentenza

Condannati i due baby killer di San Rocco

Comminata la pena ai minorenni che hanno sferrato le coltellate mortali

Condannati i due baby killer di San Rocco
Cronaca Monza, 08 Ottobre 2021 ore 14:58

E' arrivata la condanna per i due baby killer di San Rocco che  ieri, giovedì 7 ottobre, sono stati giudicati con rito abbreviato davanti al Tribunale per i minorenni di Milano. Entrambi sono stati  condannati, ma uno, il più grande che all'epoca aveva 15 anni ha avuto una pena di  14 anni e 4 mesi, mentre l'allora 14enne ha preso 15 anni e due mesi perché era accusato anche di spaccio.  Entrambi erano accusati di aver materialmente ucciso Cristian Sebastiano.

Il processo per omicidio dei baby killer

L'omicidio risale al novembre del 2020 quando i due minorenni hanno sferrato le coltellate che hanno ucciso il 42enne monzese  a San Rocco e gli hanno rapinato una dose di cocaina. Erano  imputati di concorso in omicidio volontario premeditato, rapina e porto abusivo di arma da taglio. Per il 14enne di origine straniera dal pm erano  stati chiesti anche altri 2 anni per un’accusa di concorso in detenzione, a scopo di spaccio, di droga insieme al fratello (che ha 24 anni). All’incidente probatorio uno, il 15enne, si era avvalso della facoltà di non rispondere. L’altro, il 14enne, ha invece parlato, ribadendo come la sua unica intenzione fosse quella di rapinare Seba della cocaina, «e non di ammazzarlo».

Il mandante

A fare richiesta di sentire i due ragazzini era stata la pm del Tribunale di Monza Sara Mantovani nell’ambito dell’inchiesta che vede indagato Giovanni Gambino, 43 anni, quale presunto mandante. Per lui il processo è fissato davanti alla Corte di Assise di Monza a dicembre. Il 14enne ha sempre negato il coinvolgimento del 43enne (anche lui residente a San Rocco), dichiarando ancora una volta la sua totale responsabilità del gesto e ribadendo come, tanto nei momenti precedenti l’omicidio, quanto durante e dopo, fossero sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Necrologie