Il bollettino

Coronavirus a Seveso: in una settimana 5 decessi in città

Nello stesso arco di tempo il numero dei contagiati è aumentato di 221 unità.

Coronavirus a Seveso: in una settimana 5 decessi in città
Seregnese, 10 Novembre 2020 ore 08:09

Coronavirus a Seveso: nell’ultima settimana si sono verificati 5 decessi in città. Nello stesso arco di tempo il numero dei contagiati è aumentato di 221 unità.

Coronavirus a Seveso: gli aggiornamenti

Aumentano i casi di Covid in città a Seveso e con essi purtroppo anche i decessi. In base all’ultimo bollettino diramato dall’Amministrazione comunale, negli ultimi sette giorni, ci sono stati cinque decessi per Covid. L’età delle persone decedute varia dai 55 anni in su.

Sempre nell’ultima settimana, il numero dei contagiati è aumentato di 221 unità, tra cui si annoverano molti minori. Tra i 721 trovati positivi al tampone del “coronavirus” 389 sono attualmente assistiti a domicilio e 205 sono guariti.

Classi in quarantena

I contagi continuano a incidere in maniera sensibile sull’attività didattica in presenza. Sempre negli ultimi 7 giorni sono state riscontrate positività al virus Covid-19 di 2 alunni della scuola secondaria di primo grado Leonardo da Vinci, di 1 alunno della scuola secondaria di primo grado Don Aurelio Giussani, di 1 alunno della scuola primaria Carlo Collodi, di 1 alunno della scuola primaria Bruno Munari, di 2 alunni e 1 docente della scuola dell’infanzia Gianni Rodari, di 3 bimbi dell’asilo nido comunale e di 1 bimbo del nido famiglia Scarabocchiando a casa di Dianora.
Di conseguenza sono state poste in isolamento domiciliare tutte le classi frequentate dai bimbi contagiati, meno una che lo era già e per la quale è stata disposto il prolungamento della quarantena, e le due classi nelle quali insegnava la docente contagiata.

Il prossimo bollettino sui contagi da virus Covid-19 sarà diffuso, salvo casi particolari, lunedì 16 novembre 2020.

TORNA ALLA HOME 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia