Cronaca
Seregno

Denunciata la conducente dell'auto che ha provocato il grave incidente

La 45enne alla guida di una Mercedes ha omesso la precedenza al momento di impegnare l'intersezione fra via Vignoli e corso Matteotti, dal quale proveniva un ciclomotore. Il centauro 16enne in prognosi riservata.

Denunciata la conducente dell'auto che ha provocato il grave incidente
Cronaca Seregnese, 21 Ottobre 2021 ore 09:21

Denunciata la conducente dell'auto che ha provocato il grave incidente di martedì 19 ottobre in corso Matteotti a Seregno. Nell'impatto fra la vettura e un  ciclomotore è rimasto coinvolto un centauro 16enne, ricoverato in condizioni molto critiche in prognosi riservata all'ospedale di Monza.

Denunciata la conducente dell'auto dopo l'incidente

La Polizia Locale di Seregno ha denunciato in stato di libertà per lesioni stradali (ex articolo 590 bis del Codice penale) la donna di 45 anni che ha provocato il grave incidente di martedì pomeriggio, 19 ottobre, all'intersezione fra via Vignoli e corso Matteotti, in centro città. Gli agenti, al termine dei rilievi svolti nell'immediatezza del sinistro, hanno accertato un grave caso di violazione alle norme di comportamento del Codice della strada, in particolare l'omesso obbligo di precedenza alle intersezioni.

La dinamica del terribile schianto fra auto e moto

I rilievi della Polizia Locale hanno accertato che la Mercedes guidata dalla 45enne italiana, a bordo con una bambina di 7 anni, percorreva via Vignoli e ha attraversato corso Matteotti per proseguire nel secondo tratto della strada senza accertarsi del sopraggiungere del ciclomotore. Il 16enne seregnese viaggiava lungo corso Matteotti, proveniente dal centro cittadino e diretto verso nord.

Negativo l'alcoltest per l'automobilista

La conducente della vettura, che è stata urtata dal ciclomotore sulla fiancata destra mentre impegnava l'intersezione, è stata sottoposta a tutti gli accertamenti di idoneità alla guida, con esito negativo. Non guidava sotto l'effetto di alcol o stupefacenti e non stava utilizzando il telefono cellulare al momento della violenta collisione. Si è trattato di una violazione delle norme di circolazione, con conseguenze gravissime e il deferimento all'Autorità giudiziaria. Il minorenne al momento è ricoverato in Terapia intensiva neurochirurgica all'ospedale San Gerardo di Monza.

Necrologie