Lavori in corso

Desio: entro ottobre un nuovo centro condiviso tra auto, bici e pedoni

I lavori procedono spediti. Dopo le asfaltature si provvederà alla realizzazione della ciclabile e dell'area pedonale.

Desio: entro ottobre un nuovo centro condiviso tra auto, bici e pedoni
Desiano, 25 Settembre 2020 ore 14:57

Entro ottobre un nuovo centro condiviso tra auto, bici e pedoni. E’ l’obiettivo entro il quale si inseriscono gli interventi in corso nel centro storico, che prevedono la creazione di un’isola ambientale, un’area a precedenza pedonale, dove i pedoni avranno sempre la precedenza, le bici viaggeranno con maggiore sicurezza e le auto potranno continuare a circolare, ma riducendo la velocità.

A Desio proseguono i lavori per un nuovo centro “condiviso”

I lavori in Corso Italia/via Garibaldi si stanno svolgendo in orario notturno per comprimere i tempi, arrecando così il minor disagio possibile ai residenti e alle attività commerciali. L’asfaltatura, condizioni meteo permettendo, terminerà entro i primi giorni della prossima settimana. L’area di cantiere dovrà però poi proseguire per alcuni giorni per il disegno e la posa della necessaria segnaletica orizzontale e verticale.

Con questo ulteriore intervento il Centro cittadino si avvicina a grandi passi verso la sua nuova identità con le tre “Porte di ingresso” (Porta F.lli Cervi, Porta Borghetto e Porta Lampugnani, quest’ultima con la fontana a sfioro nei pressi della Biblioteca civica) e il nuovo Largo degli Alpini, anch’esso segnato da una fontana con giochi d’acqua colorati, alberi e sedute a formare una piazza per future iniziative pubbliche all’aperto, dove prima c’era solo un parcheggio per poche auto.

Area 30 per gli automobilisti

Le Porte ‘segnano’ per tutti, ma soprattutto per gli automobilisti, l’ingresso nell’isola ambientale, ricordando loro l’obbligo di ridurre la velocità massima a 30 km orari per migliorare la convivenza tra i diversi utenti della strada (automobilisti, pedoni, ciclisti…), aumentando gli spazi pedonali e la sicurezza per tutti. Cambia così il modo di vivere la strada: non solo luogo di transito, ma ‘spazio di relazione’ tra le persone.

Tanti i benefici che sarà possibile ottenere grazie alla moderazione della velocità in centro: in primo luogo una maggiore sicurezza per i pedoni, ciclisti e gli stessi automobilisti. Ma anche una migliore qualità dell’aria con una riduzione significativa del rumore dovuto al traffico. Contestualmente aumenteranno gli spazi verdi, le occasioni di incontro tra le persone e le possibilità, per i bambini, di muoversi a piedi e in bicicletta in totale sicurezza. Infine i negozi di vicinato verranno in questo modo valorizzati e riscoperti.

I prossimi lavori

Al termine dell’asfaltatura del tratto di Corso Italia / via Garibaldi, con l’esecuzione della segnaletica verticale e orizzontale, si procederà poi alla realizzazione del doppio senso ciclabile tra le Porte Fratelli Cervi e Borghetto e la connessione con il doppio senso ciclabile di via Lampugnani e Pio XI, alla pedonalizzazione di via Conciliazione tra Corso Italia/Garibaldi e via XXIV Maggio, nonché alla riapertura di via XXIV Maggio ai veicoli in ingresso da Corso Italia.

Un occhio di riguardo al commercio

L’intervento viabilistico si accompagna alle azioni per la valorizzazione del Distretto Urbano del Commercio, che interessa proprio le attività commerciali del centro e che ha appena visto concludersi il bando 100mila euro per progetti di rinnovo e messa in sicurezza delle attività, a cui è stata anche ridotta del 25% la parte variabile della Tari, la tariffa sui rifiuti. Per agevolare la ripresa delle attività di somministrazione di cibi e bevande il Comune di Desio ha concesso inoltre la possibilità di utilizzare in modo gratuito il suolo pubblico attiguo all’esercizio fino a 75 mq aggiuntivi e di ampliare fino al 30% la porzione già utilizzata all’aperto. Tali misure saranno prolungate anche per il 2021.

“L’azione in corso sul centro cittadino fa parte di un progetto complessivo che riguarda tutta la Città – spiega l’Assessore alle Politiche di Governo del Territorio Giovanni Borgonovo. Con gli interventi dello stesso tipo, in corso anche nei quartieri Spaccone e San Giovanni, puntiamo a una Città che fa strada alle persone. Sono interventi ‘temporanei’, cioè disegnati sulla sede stradale che servono a verificare la tenuta viabilistica del progetto e che saranno seguiti da interventi di consolidamento definitivo entro la fine dell’anno”.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia