Cronaca
Appello da libro Cuore

Disabile chiede aiuto alla Curia per parcheggiare la sua minicar

L'appello di un 35enne rimasto disabile dopo un grave incidente nel 2018 mentre si trovava in vacanza in Spagna.

Disabile chiede aiuto alla Curia per parcheggiare la sua minicar
Cronaca Desiano, 16 Gennaio 2022 ore 16:00

Disabile chiede aiuto alla Curia per parcheggiare la sua minicar.

La richiesta nella sua semplicità e genuinità va dritto al cuore: poter parcheggiare la propria auto per disabili in un posto protetto e un po’ più "comodo" rispetto al cortile di casa sua.

Nella fattispecie, nel cortile della Casa Papale, in un terreno che confina proprio con la sua abitazione, in via Mercato al civico 5.

Un posto auto per la sua minicar per disabili dopo il poco riguardo del destino

La macchina per disabili di Calogero Middioni
La macchina per disabili di Calogero Middioni

Se l’epilogo sarà da libro Cuore lo sapremo magari a breve, ma intanto quella di Calogero Middioni è una di quelle storie che non lasciano insensibili.

Del resto, il destino per Calogero, "Lillo" per gli amici, non ha certo avuto molti riguardi. Era infatti il 2018 quando, allora 32enne, rimase vittima di un pirata della strada che lo ha investito in moto mentre si trovava in vacanza in Spagna.

Disabile dopo le vacanze, una vita in salita

"Sono rimasto per 40 giorni in coma e ad oggi continuo a fare fisioterapia per cercare di recuperare l'uso delle gambe –racconta – L'incidente fu talmente grave che, dopo che mi sono svegliato dal coma, sono stato rimpatriato con un volo privato solo per me e oggi percepisco la pensione di invalidità. In seguito all'incidente ho infatti subito gravi lesioni cerebrali e alle gambe che oggi mi costringono sulla sedie a rotelle".

Lillo però non si è perso d’animo e in questi anni sta cercando di tornare a tutti gli effetti a una vita normale. In quest’ottica va letto il ritorno al lavoro, sia pur con altre mansioni, in un centro di grossa distribuzione a Nova Milanese dove già era impegnato e dove alcuni spazi sono stati "rimodulati" appositamente per lui.

"Però, per quanto riguarda gli spostamenti, da tre anni dipendo purtroppo da altre persone per raggiungere Nova e il mio posto di lavoro".

Una minicar a misura di disabile per esser ancor più indipendente

La soluzione si concretizzerà a fine mese quando a Calogero arriverà una piccola auto a misura di disabile delle dimensioni di un metro e 97 centimetri di lunghezza e 97 centimetri di larghezza.

Alla prossima soluzione di un problema si accompagna però una criticità: "Purtroppo la via e la corte dove abito è molto stretta e ho paura di avere problemi nelle manovre – spiega preoccupato Calogero – Per questo ho chiesto alla Curia attraverso un conoscente di poter parcheggiare la mia 'macchinina' in quel terreno, naturalmente pagando un canone mensile come è giusto che sia".

La richiesta alla Curia, la disponibilità del don

Dalla parrocchia, il responsabile don Gianni Cesena apre le porte a Calogero, con una precisazione:

"Se vuole venire a fare quattro chiacchiere con me, lo aspetto volentieri, ma di questa storia ne veniamo a conoscenza ora attraverso il vostro giornale. Temo che il terreno cui fa riferimento questo ragazzo disabile non sia di nostra proprietà, quindi direttamente probabilmente non potremo prendere decisioni, ma se potremo dargli una mano, saremo ben felici di farlo".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie