Cronaca
Il lutto

E' morto don Dante, per più di trent'anni parroco di Barlassina

Il sacerdote aveva 92 anni, martedì pomeriggio le esequie.

E' morto don Dante, per più di trent'anni parroco di Barlassina
Cronaca Seregnese, 11 Dicembre 2022 ore 09:15

Si è spento ieri sera, sabato 10 dicembre, don Dante Crippa, parroco di Barlassina a partire dal 1978 per oltre 30 anni. Aveva 92 anni.

E' morto don Dante, ex parroco di Barlassina

Lo storico arciprete emerito di Barlassina ha guidato la parrocchia per 31 anni fra il 1978 e il 2009 e ha poi vissuto in paese fino al giorno della sua morte, per 44 anni in tutto. Nato a Vittuone (Milano) il 14 novembre 1930, don Dante Crippa è stato ordinato sacerdote nel 1957 insieme all’amico e futuro Arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi. Viceparroco a Binzago di Cesano Maderno dal 1957 al 1968, è stato quindi a lungo parroco ad Alserio (Como) e dal 1996 al 1999 a Lentate sul Seveso.

Le opere e le iniziative

Nel 1982, sulle ceneri della vecchia Vigor, don Dante Crippa ha fondato la Polisportiva San Giulio Barlassina con l'obiettivo di dare ai giovani la possibilità di fare sport. Tante le opere legate a lui: si è fatto promotore, fra le altre cose, della costruzione del teatro dell’oratorio e degli affreschi della chiesa parrocchiale. Il suo ultimo regalo è stato il campo sintetico dell’oratorio, recentemente rinnovato. Don Dante era attento anche alle missioni estere: sua l’idea delle adozioni a distanza che hanno permesso di legare Barlassina e l'India con un filo rosso di carità.

Il cordoglio del primo cittadino

Interpretando il pensiero dell'intera comunità, il sindaco Piermario Galli ha affidato il suo messaggio di cordoglio e gratitudine ai social:

"Un pensiero commosso e riconoscente ad una persona che ha fatto tanto per il nostro paese e ha sempre avuto attenzione non solo verso la comunità ecclesiale, ma anche a tanti momenti della vita civile. A lui si devono tante opere, tra cui l'incarico di affrescare la chiesa parrocchiale a Valentino Vago e la realizzazione delle porte in bronzo, la ristrutturazione dell'oratorio con la sistemazione dei campi da calcio, a favore dell'educazione sportiva dei bambini e dei giovani, e la costruzione del teatro dell'oratorio. Poteva sembrare troppo schietto a volte, ma in realtà dietro i suoi modi un po' 'rudi' nascondeva un grande amore per il nostro paese. Ci mancherà".

Le esequie saranno celebrate martedì 13 dicembre alle 15.30 nella chiesa parrocchiale di Barlassina.

Seguici sui nostri canali
Necrologie