controlli in città

Emergenza Coronavirus: oltre mille persone controllate a Seregno

Solo quattro sono state le violazioni gravi e palesi alle ordinanze.

Emergenza Coronavirus: oltre mille persone controllate a Seregno
Seregnese, 01 Aprile 2020 ore 16:51

Oltre 1000 persone controllate in tre settimane a Seregno. E’ il bilancio dell’intensa attività condotta dalla Polizia Locale, che è impegnata a piene forze per vigilare sul rispetto delle prescrizioni volte al contenimento del Coronavirus.

LEGGI ANCHE:  A Seregno salgono a nove i decessi 

Emergenza Coronavirus: oltre mille persone controllate a Seregno

Nel dettaglio, dal 10 al 31 marzo, gli agenti del comando di via Umberto hanno controllato 873 persone e 222 attività commerciali. A questo dato vanno aggiunti i 283 controlli domiciliari delle persone in quarantena segnalate da Ats.
Un lavoro importante, che ha comportato – in alcune circostanze – l’impiego di cinque pattuglie per turno: tutti gli agenti disponibili sono stati impegnati in servizi esterni, eccezion fatta per l’indispensabile servizio di piantonamento del comando.

Nei primi giorni di restrizione i maggiori controlli

La maggior parte dei controlli è stata concentrata nelle prime giornate di pattugliamento, con una punta di 120 interventi il giorno 17 marzo. Da lì, grazie soprattutto ad un comportamento della cittadinanza sempre più rispettoso delle indicazioni di rimanere in casa, sono stati necessari sempre meno accertamenti.

Parallelamente all’attività di controllo e repressione, la Polizia Locale si è impegnata in attività di prevenzione e informazione, in particolare circolando per le vie della città con un altoparlante che invitava tutti a rimanere in casa.

Solo quattro le violazioni

“Un grosso plauso va ai nostri agenti, che con grande dedizione professionale, si stanno alternando nel difficile compito di tenere alto il livello di guardia nelle strade della nostra città – ha spiegato William Viganò, assessore alla Sicurezza. Notiamo con soddisfazione che la cittadinanza sta rispettando con serietà l’invito a stare a casa. A fronte di un numero di controlli molto elevato (a cui vanno aggiunti i controlli non registrati, quelli relativi a persone viste a passeggiare con il cane piuttosto che con i sacchetti della spesa in mano), solo quattro sono state le violazioni gravi e palesi alle ordinanze. L’impegno della Polizia Locale continuerà e, siamo certi, continuerà anche quello della cittadinanza”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia