Coronavirus

Emergenza pasti per gli eroi in prima linea, dopo l’appello la donazione

Sono bastate poche ore dal lancio dell'appello dell'assessore Sassoli al primo grande gesto solidale

Emergenza pasti per gli eroi in prima linea, dopo l’appello la donazione
Monza, 09 Aprile 2020 ore 16:10

Emergenza pasti per gli eroi in prima linea, dopo l’accorato appello dell’Amministrazione comunale è arrivata una straordinaria donazione da parte della società Rummo.

Emergenza pasti

Qualche giorno fa l’assessore all’Ambiente Martina Sassoli aveva lanciato un accorato appello a tutta la cittadinanza, per chiedere derrate alimentari da donare ai volontari attualmente in campo nella realizzazione di pasti per gli eroi in prima linea, per tutti quegli operatori sanitari che da settimane combattono incessantemente nella “trincea” dell’ospedale San Gerardo contro il nemico invisibile Covid-19. L’appello era arrivato in seguito alla visita dell’assessore Sassoli che si era recata nel magazzino utilizzato da Ristoratori Uniti, Protezione civile Monza, Associazione Nazionale Alpini e Bran.co Onlus, insieme al sindaco Dario Allevi e all’assessore alla Sicurezza Federico Arena per ringraziare i cittadini impegnati nella realizzazione dei pasti del progetto “Un pasto caldo per i nostri Eroi”. Ma una volta lì si erano resi conto, anche ascoltando le testimonianza dei presenti, che c’era un gran bisogno di derrate alimentari per continuare a produrre pasti. Sono bastate poche ore dal lancio dell’appello dell’assessore Sassoli al primo grande gesto solidale: la Società Rummo, infatti, ha inviato a Monza quattro bancali di pasta. “Davvero una bella notizia per la nostra città, per i medici, infermieri e volontari che sono in prima linea per combattere questo terribile nemico”, ha commentato l’assessore Sassoli.

Un pasto caldo per gli eroi

Il progetto vede la UPC (unità di protezione civile) degli alpini della Sezione di Monza impegnata in collaborazione con Ristoranti Uniti (Ri.Un) e i tifosi del Monza (curva Pieri e Associazione Onlus Branco) nella preparazione e distribuzione di un pasto caldo (mezzogiorno e sera) agli operatori sanitari degli Ospedali di Monza, Desio e Vimercate oltre alle Forze dell’Ordine e ai volontari (CRI e PC) impiegati per l’emergenza coronavirus. I pasti vengono preparati nel magazzino di via Fossati 23 a Monza. Ad essere impegnati, oltre ai volontari della UPC, guidati dal coordinatore Danilo Cereda, anche volontari alpini appartenenti a tutti i gruppi della Brianza. Ognuno può contribuire a questa iniziativa con un bonifico bancario sul Conto corrente: Beneficiario: Associazione Nazionale Alpini Sezione Monza IBAN: IT10K030690960610000007431 Causale: Emergenza Covid19 – pro UPC ANA  MONZA.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia