Rilasciato

Già tornato libero lo scippatore della metropolitana steso con un pugno da un viaggiatore

Era stato fermato lunedì da un uomo residente a Nova che lo aveva steso con un pugno sventando lo scippo a Sesto San Giovanni.

Già tornato libero lo scippatore della metropolitana steso con un pugno da un viaggiatore
Desiano, 16 Settembre 2020 ore 09:30

Ha tentato di scippare una donna mentre scendeva dalla metropolitana e solo grazie al coraggio di un viaggiatore è stato fermato. Ma lo scippatore è già tornato libero.

Già libero lo scippatore  della metropolitana

A dare notizia del rilascio dell’uomo, che era stato steso con un pugno da un trentenne di Nova Milanese, è stato il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano:

Mi è appena giunta notizia che il rapinatore marocchino, senza fissa dimora e ubriaco, che lunedì sera alla stazione metropolitana di Sesto Fs ha molestato una donna per poi seguirla e tentare di rubarle la borsetta prima di essere fermato con un pugno da un altro passeggero, è stato scarcerato.

Ringrazio i Carabinieri di Sesto San Giovanni per il costante presidio del territorio e ringrazio anche il ragazzo che ha bloccato il rapinatore, decisivo per evitare ulteriori conseguenze visto il suo atteggiamento aggressivo nei confronti della donna. A lei va la mia solidarietà per il brutto episodio che l’ha vista coinvolta e sono contento che abbia deciso di presentare denuncia.

Una situazione incredibile

Tecnicamente l’arresto non è stato praticamente neppure convalidato, nonostante la vittima, una trentenne, abbia sporto denuncia. Questo perché il giudice ha sostenuto che il provvedimento sia scattato “fuori tempo massimo”. Questo perché a seguito del pugno subìto (e dello stato di ubriachezza in cui versava) l’uomo è rimasto per qualche ora in ospedale. Cosa che secondo il giudice ha fatto superare i termini temporali per la flagranza di reato. E così, l’uomo è stato rilasciato.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia