La proposta di Cesano Maderno

Giorno del Ricordo, incontro online con lo storico Oliva

Il sindaco ai giovani: "La verità va conosciuta, approfondita, studiata".

Giorno del Ricordo, incontro online con lo storico Oliva
Cronaca Seregnese, 10 Febbraio 2021 ore 17:12

Giorno del Ricordo, incontro online con lo storico Gianni Oliva. Patrocina l’Amministrazione comunale di Cesano Maderno.

Giorno del Ricordo, incontro online

In occasione del 10 febbraio, Giorno del Ricordo, istituito per non dimenticare le vittime delle foibe e il drammatico esodo degli italiani d’Istria, Dalmazia e Venezia Giulia, l’Amministrazione comunale patrocina un incontro online con lo storico Gianno Oliva. L’incontro tratterà del tema “Foibe, le stragi negate degli italiani della Venezia Giulia e dell’Istria”.

“Coltivare la memoria”

Modera Eva Musci, direttrice artistica della rassegna “Voci della Storia” nella quale la proposta di Cesano Maderno è inserita. L’appuntamento è alle 21 di oggi, 10 febbraio, Giorno del Ricordo.  Queste le parole del sindaco Maurilio Longhin:

“Coltivare la memoria e conoscere la storia, è questo l’obiettivo dell’evento patrocinato dal nostro Comune che stasera tutti possono seguire online, sulla pagina Facebook di #vocidellastoria. Un incontro con lo storico Gianni Oliva per commemorare le vittime delle stragi e accendere i riflettori sulle tragiche vicende di tanti nostri connazionali, sulle loro sofferenze e umiliazioni, sullo sradicamento di una comunità nazionale dalla terra dove era sempre vissuta.
L’iniziativa è aperta a tutti, con un’attenzione particolare alle giovani generazioni. Quello che avvenne, le uccisioni e la fuga di massa, lo sappiamo, non è diventato fin da subito patrimonio nazionale, per tanti anni se ne è parlato poco, la memoria è stata rimossa. Al trauma di chi aveva sopportato tanto dolore si è aggiunta l’ingiustizia dell’oblio. Alla fine però ha vinto la verità. Questa verità va conosciuta, approfondita, studiata. La consegniamo ai più giovani perché ne facciano un monito contro il rischio di derive ideologiche e totalitarie e il cemento per un futuro di pace e di libertà”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli