Carate Brianza

I clienti consumano al bancone: multa Covid e bar chiuso 5 giorni

A finire nel mirino degli agenti della Polizia locale il Bar Centrale in via Cusani. Sanzionato il titolare del locale e serrande abbassate fino al 19 gennaio.

I clienti consumano al bancone: multa Covid e bar chiuso 5 giorni
Cronaca Caratese, 15 Gennaio 2021 ore 07:49

Multa e bar chiuso per 5 giorni: è successo a Carate Brianza.

Sanzione da 400 euro al bar

Una sanzione da 400 euro per il titolare del Bar Centrale di via Cusani a Carate Brianza e serrande abbassate fino a lunedì prossimo 18 gennaio. E’ l’esito del controllo della Polizia locale scattato lo scorso mercoledì mattina all’interno dello storico locale, a pochi passi dalla sede del comando dei Vigili urbani, dove un paio di clienti – stando a quanto hanno verbalizzato gli agenti – consumavano tranquillamente un caffè al bancone. Un comportamento proibito dalle norme contenute nel Decreto sul contenimento del contagio da Covid-19.

In linea con le ordinanze firmate dal ministro della Salute Roberto Speranza in vigore dal 10 gennaio, in zona arancione infatti sono consentiti a bar e ristoranti solo la vendita d’asporto, con divieto di consumo all’interno dell’esercizio e nelle sue immediate vicinanze, oppure la consegna a domicilio. La notizia è stata confermata anche dal sindaco.

Oltre alla sanzione amministrativa e alla chiusura, la violazione da parte dell’attività è stata segnalata  dalla Polizia locale alla Prefettura di Monza. Nella circostanza sono stati identificati anche i clienti che si trovavano all’interno del bar e che erano intenti a sorseggiare il caffè al banco.

Non è la prima volta che a Carate Brianza viene sanzionato un bar per non aver rispettato le norme anti-Covid. A fine febbraio i carabinieri erano intervenuti chiudendo un altro locale che era rimasto in attività dopo l’orario consentito infrangendo di fatto l’obbligo di chiusura alle ore 18. Il titolare, un cittadino di nazionalità cinese residente ad Arcore, in quella occasione era stato deferito in stato di libertà. Ma controlli analoghi sono scattati in tutta Italia. Questa settimana a Sorbolo, in provincia di Parma, i carabinieri hanno elevato una pesante sanzione da 24oo euro al titolare di un bar dove sei clienti non rispettavano il divieto di assembramento in luogo pubblico.

 

TORNA ALLA HOME.

 

 
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli