La decisione del gruppo dirigente

Il comitato per la Nuova ronchese si mette in “stand-by”

Nelle scorse settimane avevano portato centinaia di persone in piazza al loro fianco

Il comitato per la Nuova ronchese si mette in “stand-by”
Vimercatese, 16 Ottobre 2020 ore 13:56

Il comitato 1989 a sostegno della Polisportiva Nuova ronchese ha comunicato di sospendere momentaneamente la propria attività dopo aver raggiunto il proprio obiettivo.

Il sostegno alla Nuova ronchese

Un passo indietro, ma sempre vigili su quanto potrà accadere. E’ questa la decisione presa dal direttivo del comitato 1989 a sostegno della polisportiva Nuova ronchese dopo un inizio di anno sportivo molto travagliato.

Nato in estate, il comitato ha avuto il sostegno di persone che hanno militato per anni nella polisportiva o che sono ancora attive nella sua gestione: tutto ha avuto inizio con la suddivisione dell’utilizzo del campo da calcio a 11 di Ronco dove da anni si allenano Vibe Ronchese e Nuova Ronchese. Durante la settimana questa campo può essere utilizzato gratuitamente dalle società accreditate in Comune, Vibe e Nuova ronchese, ma la suddivisione dei cinque slot disponibili ha fatto saltare sulla sedia i dirigenti della Nuova ronchese dopo aver saputo che avrebbero avuto solo il mercoledì disponibile sulle cinque totali.

Lo stop temporaneo per il risultato raggiunto

Una decisione non accettata dalla dirigenza e che ha fatto anche nascere il comitato che nel corso del mese di settembre e ottobre ha fatto riunioni e incontri portando diverse centinaia di persone in strada per fare pressione sull’Amministrazione comunale per concedere un nuovo accordo, mai arrivato. Solo nelle ultime settimane il venerdì sera è arrivata la disponibilità all’utilizzo di un campo di Bernareggio messo a disposizione dalla Vibe ronchese, offerta in un primo momento rifiutata.

“Siamo felicissimi di aver raggiunto l’unico vero obiettivo che ci eravamo prefissati: dare voce e risalto, il più possibile ad un’ingiustizia subita da un’Associazione di Volontariato Ronchese – si legge nel comunicato del direttivo – Oggi non ne parla tutto il paese, ne parlano tutti i paesi limitrofi, riceviamo solidarietà da altre associazioni anche di altri paesi, oggi la questione non è più un piccolo trafiletto o una chiacchiera nascosta nel paese confinante da parte di tre invasati, oggi la questione è in prima pagina sul giornale più importante della zona, finalmente abbiamo tolto dall’angolo l’ASD Polisportiva Nuova Ronchese. In coerenza con il programma datoci, e con i risultati raggiunti, premesso che un Comitato nasce per morire, altrimenti saremmo un’Associazione o altro, sospendiamo le attività, proprio per restare fedeli al mandato, noi siamo sempre stati supporto ad un’idea di fare volontariato e sport, e non soffriamo di protagonismo, il supporto ha dato i propri frutti, quindi come dicono i giovani ci metteremo in modalità stand by, e come dicono i meno giovani saremo brace sotto la cenere mai spenta, mai morta e pronta a riattivarsi nel caso necessario, quindi ai più ostili a noi diciamo chiaramente”.

La dirigenza cerca il dialogo con il Comune

Anche la dirigenza della Nuova Ronchese ha deciso di firmare la convenzione per l’utilizzo del campo per gli allenamenti e per la partita domenicale. Una scelta che verrà rivalutata successivamente per trovare una soluzione diversa da quella messa sul tavolo dal Comune.

“Pur trattandosi di Associazione ronchese, alla Nuova Ronchese è stato infatti offerto per l’allenamento serale del venerdì il campo di Bernareggio anziché quello di Via Bonfanti a Ronco, con un risultato attuale in termini di monte ore per l’utilizzo del campo comunale di Ronco Briantino pari al 96,04% a favore della VI.BE (considerando anche l’accordo in essere con la società concessionaria) e solo il 3,96% a favore della Nuova Ronchese – ha affermato il presidente Giuseppe Ripamonti – Tuttavia, in attesa che il Sindaco di Ronco possa rivedere la sua decisione per permettere alla Nuova Ronchese l’uso dell’impianto ronchese anche per il venerdì (evitandole di “emigrare” su altri campi limitrofi) con uno scambio con la VI.BE (la quale si è già vista assegnare anche dal Comune di Bernareggio le strutture comunali disponibili, compreso il CTL3) e al fine di dimostrare lo spirito conciliativo connaturato da sempre nella ASD Polisportiva Nuova Ronchese, il presidente ha firmato la convenzione per l’uso del campo di via Bonfanti per la serata del mercoledì (pari a 2,5 h) e per le gare ufficiali casalinghe (pari a 3,5 h e per solo 15 domeniche), come da calendario. Nulla invece per le partite serali di Coppa Lombardia. Tale decisione, seppur non cancelli le obiezioni sulla regolarità dei criteri di scelta utilizzati dall’Amministrazione Comunale per l’assegnazione del campo comunale nella fascia oraria di pertinenza del Comune di Ronco Briantino, criteri che non hanno di certo saputo garantire un equo trattamento e pari opportunità tra le due Associazioni coinvolte, vuole lanciare un segnale distensivo nei confronti dell’Amministrazione Comunale”.

TORNA ALLA HOME PAGE

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia