Cronaca
Il personaggio

Il mondo dello sport scende in piazza a Roma grazie a un arcorese

Il 35enne Salvatore De Felice, personal trainer e istruttore in palestra, tra i promotori dell’iniziativa in programma domani, martedì 9 marzo 2021 a Roma

Il mondo dello sport scende in piazza a Roma grazie a un arcorese
Cronaca Vimercatese, 08 Marzo 2021 ore 13:36

Il mondo dello sport scende in piazza per far sentire la sua voce.

Lo farà domani pomeriggio, martedì 9 marzo 2021, a Roma, in piazza del Popolo.  E tra gli organizzatori dell’evento c’è il 35enne Salvatore De Felice, volto conosciuto ad Arcore dove ha vissuto la sua infanzia e a Mezzago, dove vive da qualche anno.

"Chiediamo la riapertura di piscine, palestre e centri sportivi"

Da oltre dodici anni De Felice, vero e proprio poliedrico, è impegnato nel mondo dello sport come istruttore in palestra e in vasca, personal trainer, massaggiatore e operatore watsu in due palestre della Brianza.

Un bagaglio incredibile di conoscenze messo però a dura prova dalla pandemia.

"Non siamo negazionisti, non vogliamo né mai lo abbiamo voluto rischiare la nostra salute né quella dei nostri clienti - ha raccontato il 35enne - Ma chiediamo al governo Draghi la riapertura in sicurezza di piscine, palestre e centri sportivi proprio a pochi giorni dalla presentazione del nuovo Dpcm di sabato scorso. Tutti noi gestori e lavoratori di palestre, centri sportivi, scuole di danza, tecnici, allenatori e quant’altro, siamo già allo stremo. La nostra rabbia e l’indignazione ci hanno spinto a fare rete e a promuovere con adesioni da tutta l’Italia una manifestazione nazionale".

Ho fatto di tutto per guadagnarmi da vivere

La pandemia, dicevamo, ha messo a dura prova l’attività dello sportivo.

"Tutti noi abbiamo famiglie, affitti e mutui da pagare e godiamo degli stessi diritti di tutti i lavoratori - ha continuato il 35enne - Lo scorso anno, dopo lo stop dello sport, ho lavorato per qualche mese come guardia giurata per alcuni supermercati. In estate palestre e piscine avevano riaperto e così ho potuto riprendere la mia attività. Durante il secondo lockdown ho deciso di non fare lezioni on-line perché lo trovo un espediente che sminuisce la nostra professione. Ho preferito trovare altri lavori come promoter per Amazon. Chiediamo al governo di mantenere il contributo economico per noi del settore stanziato dall’ex ministro Spadafora".

L'intervista integrale al 35enne Salvatore De Felice la potrete leggere sul Giornale di Vimercate in edicola a partire da domani, martedì 9 marzo 2021

 

Necrologie