In venti giorni 500 telefonate al numero di emergenza del Comune di Monza

Il numero è stato attivato per garantire servizi ad anziani e persone in quarantena.

In venti giorni 500 telefonate al numero di emergenza del Comune di Monza
Monza, 25 Marzo 2020 ore 11:00

Sono 500 le telefonate arrivate al numero di emergenza 334/6311270 attivato dal Comune di Monza per le persone con più di 65 anni e 305 gli interventi effettuati. È il bilancio dei primi 20 giorni (dal 5 al 24 marzo) di «Noi ci siamo», un servizio del Comune di Monza dedicato agli anziani e alle persone in quarantena a causa dell’emergenza Coronavirus.

Il numero di emergenza al servizio degli anziani

Al numero di emergenza gli anziani si rivolgono per la consegna a casa della spesa e dei farmaci, l’assistenza domiciliare, la consegna di pasti caldi e un aiuto nell’igiene personale. Inoltre è disponibile per tutti i cittadini lo Sportello di aiuto psicologico che fornisce un servizio di ascolto e supporto.

In questo periodo sono stati consegnati 145 pasti caldi, 3 servizi domiciliari, 200 spese a domicilio, 31 consegne di farmaci. Tante anche le richieste di informazioni di persone non residenti a Monza relative ai genitori che, invece, abitano in città. Sono stati, invece, 1.284 gli over 70 contattati direttamente dagli operatori dei Servizi Sociali per «chiacchierate di compagnia». I due numeri AUSER (800 995 988 per chiamate da telefono fisso e 039/2454544 per chiamate da cellulare), infine, hanno gestito 170 telefonate.

Un aiuto per chi si trova in difficoltà

“In questo momento la priorità deve essere il contenimento della diffusione del contagio, sottolineano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore ai Servizi Sociali Désirée Merlini. Per questo abbiamo attivato i numeri di emergenza: consegnare a domicilio la spesa, i pasti caldi o i farmaci agli over 65 significa evitare che siano costretti ad uscire di casa. Oggi a Monza sono 9.284 le persone anziane che vivono da sole. È fondamentale un’attenzione particolare verso tutti questi nostri concittadini che ora, più che mai, hanno bisogno di noi. Un servizio reso possibile grazie allo straordinario lavoro del Settore Servizi Sociali del Comune di Monza e della Protezione Civile che hanno creato una vera e propria rete di solidarietà che comprende decine di associazioni”.

Quanti sono gli anziani in città

Gli over 65 residenti a Monza – fa sapere l’Amministrazione comunale in una nota – sono 30.636 (il 24,7% della popolazione). Di questi gli over 75 sono 16.988 (il 13,7%). Un’utenza fragile è rappresentata dagli anziani che vivono da soli: 9.284 over 65 (il 7,5%) e 6.299 over 75 (il 5,1%).

I numeri dei servizi a chi è in quarantena

Il secondo numero attivato, il 339/8738417, è invece dedicato a chi si trova in isolamento a casa (oggi sono circa 250). Il numero, gestito dai volontari della Protezione Civile, dal 18 al 24 marzo, ha visto 82 interventi (consegna a casa della spesa e dei farmaci, assistenza domiciliare e consegna di pasti caldi) per un totale di 58 persone in quarantena coinvolte.

“Personale e volontari – spiega l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena – stanno facendo un lavoro straordinario. I due numeri di emergenza sono attivi sette giorni su sette dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 13 alle ore 17. Con fatica, ma anche con soddisfazione. Al numero di emergenza si è rivolto un monzese del 1923, 97 anni, che malgrado il momento drammatico ha detto agli operatori: “Ora ho risolto anche il problema della spesa. La vita mi ha dato sempre una soluzione anche nei momenti più drammatici”. Noi vogliamo essere la soluzione per i cittadini più fragili e questo è il più bel messaggio di speranza per il futuro. Insieme ce la faremo”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia