Cronaca
Lutto

L'ultimo saluto a Pierluigi Frosio, protagonista di un calcio che non c'è più

Ieri, mercoledì 23 febbraio 2022, in Duomo a Monza

L'ultimo saluto a Pierluigi Frosio, protagonista di un calcio che non c'è più
Cronaca Monza, 24 Febbraio 2022 ore 08:49

L'ultimo saluto a Pierluigi Frosio, protagonista di un calcio che non c'è più. Ieri, mercoledì 23 febbraio 2022, in Duomo a Monza.

L'ultimo saluto a Pierluigi Frosio

Tantissimi i monzesi e non solo che hanno voluto tributare l'ultimo saluto all'ex calciatore e allenatore. Tra loro anche Adriano Galliani alla testa della delegazione del Monza Calcio  e il sindaco Dario Allevi.  Una cerimonia commossa, celebrata da monsignor Silvano Provasi e al termine della quale hanno lasciato il loro commosso ricordo i figli.

Il calcio nel cuore

Nato a Monza, nella zona al confine con Cinisello, da giocatore fu capitano del Perugia secondo in Serie A nel 1978-79 e bandiera del club granata che disputò anche la Coppa Uefa nella stagione successiva.

Il suo legame col Monza

Da allenatore cominciò proprio dalla sua Monza, guidando i brianzoli dal 1987 al 1990. Nel 1998 tornò poi sulla panchina biancorossa per un altro anno e mezzo, subentrando per una difficile salvezza in Serie B.

Alla sua prima stagione sulla panchina del Monza, nel 1987-88, centrò subito la promozione in Serie B, vincendo anche la Coppa Italia di Serie C. In quella squadra giocava anche l’attuale allenatore biancorosso Giovanni Stroppa.

Una lunga carriera

Carattere mite ma deciso, Frosio ha calcato per anni i campi di A e B a partire dal 1972 quando (giocando da difensore libero) con il Cesena conquistò la promozione dalla cadetteria alla massima serie.

Dopo una stagione giocò poi con un’altra maglia, quella del Perugia, con la quale ha letteralmente scritto una pagina indelebile della storia calcistica italiana: la sua squadra si piazzò al secondo posto senza subire sconfitte in tutto il campionato, guadagnando partecipazione alla Coppa Uefa (oggi Europa League).

Chiuse la sua carriera nel Rimini, Serie C, nel 1985 con allenatore quell’Arrigo Sacchi che poi vincerà scudetti e Champions per il Milan di Berlusconi. Appese le scarpe al chiodo ha ripreso la sua attività nel mondo del calcio da allenatore.

Si è spento domenica 20 febbraio 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie