"Cuore di donna"

Malattie cardiache nelle donne: a Monza screening gratuiti e un vademecum sui sintomi

L'iniziativa è promossa da Synlab in collaborazione con il Comune.

Malattie cardiache nelle donne: a Monza screening gratuiti e un vademecum sui sintomi
Monza, 07 Ottobre 2020 ore 15:45

Malattie cardiache nelle donne: a Monza screening gratuiti e un vademecum sui sintomi. L’iniziativa è promossa da Synlab in collaborazione con il Comune.

Malattie cardiache nelle donne

In città sono in partenza alcune importanti iniziative volte a sensibilizzare i cittadini sul rischio cardiovascolare femminile. A promuovere questo percorso di prevenzione, denominato “Cuore di donna”, è Synlab Cam Monza in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Animato fino ad oggi da una raccolta di video informativi realizzati in collaborazione con il Dottor Virgilio Colombo – Specialista in Cardiologia Synlab CAM Monza e da un vademecum scaricabile dal sito del Polidiagnostico monzese e disponibile in struttura, “Cuore di donna” ora si traduce in una nuova opportunità per la cittadinanza, grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Monza e dell’Assessorato alle Politiche Sociali.

A Monza screening gratuiti e un vademecum sui sintomi

Nel mese di ottobre, infatti, presso diversi punti pubblici del Comune sarà possibile ritirare il prezioso “Vademecum Salva-Cuore”, uno strumento semplice e di facile fruizione teso a diffondere la consapevolezza del rischio cardiovascolare femminile, evidenziare i sintomi della malattia cardiaca nelle donne (diversi da quelli maschili), i fattori di rischio e le armi preventive.

Synlab CAM Monza, in aggiunta, riserverà a un centinaio di donne monzesi individuate dai Servizi Sociali del Comune, uno screening preventivo volto a indagare e approfondire il loro rischio cardiovascolare globale. Un passo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiache, che si inserisce perfettamente all’interno del lavoro quotidiano degli operatori sociali, dediti ogni giorno ad affiancare donne che ne hanno necessità nella costruzione di un proprio percorso di autonomia e crescita.

“È dovere delle istituzioni – spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore alle Politiche Sociali Désirée Merlini – mettere i cittadini nelle condizioni di sapere come comportarsi per prendersi cura della propria salute. Nella nostra città la cultura della prevenzione è forte e consolidata, grazie soprattutto alla sinergia tra soggetti pubblici, associazioni del terzo settore e operatori privati. Tutti insieme dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione per raggiungere il numero più ampio possibile di persone con il messaggio della prevenzione”.

Cardiopatia Ischemica, fondamentale la prevenzione

Perché è tanto importante fare “educazione” sul rischio cardiovascolare femminile? Pochi purtroppo sanno che il Killer numero uno per le donne non è il cancro al seno o all’utero, ma la Cardiopatia Ischemica, patologia che causa la morte di una donna su tre ogni anno. Se statisticamente la donna soffre di cuore all’incirca dopo i cinquant’anni, per il venir meno dello scudo protettivo estrogenico che accompagna la menopausa, anche le giovani donne sono a rischio (soprattutto se fumatrici e contestualmente utilizzatrici di contraccettivi orali). Sottovalutata in termini statistici, la malattia cardiaca nella donna è anche trascurata per l’atipicità dei sintomi: le donne colpite da attacco cardiaco spesso presentano manifestazioni diverse da quelle maschili e facilmente assimilabili ai classici sintomi della sindrome menopausale. Risulta quindi chiaro quanto sia fondamentale fare prevenzione su questa tematica ancora vittima di un bias culturale importante.

TORNA ALLA HOME 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia