taglio del nastro con presidio

Mercoledì Fontana e Gallera a Monza per inaugurare il settore B del San Gerardo

I sindacati confederali per l'occasione volantineranno per chiedere un nuovo modello di sanità territoriale.

Mercoledì Fontana e Gallera a Monza per inaugurare il settore B del San Gerardo
Monza, 12 Luglio 2020 ore 19:26

Mercoledì Fontana e Gallera a Monza per inaugurare  il settore B del San Gerardo, cerimonia prevista a marzo e poi slittata a causa dell’emergenza Covid. I sindacati confederali per l’occasione volantineranno per chiedere un nuovo modello di sanità territoriale.

Mercoledì Fontana e Gallera a Monza

Mercoledì 15 luglio è in programma l’inaugurazione della palazzina B ristrutturata dell’ospedale San Gerardo di Monza. Una visita alla quale, fra le autorità presenti, non dovrebbero mancare il presidente di Regione Lombardoa Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera. Proprio la loro presenza ha indotto i sindacati confederali, Cgil, Cisl e Uil della Brianza ad organizzare un presidio con volantinaggio proprio in via Pergolesi, per la mattinata di mercoledì, dalle 9 alle 11,30, davanti all’ospedale. In pratica un’iniziativa che segue le tre giornate organizzate dai sindacati confederali davanti al Palazzo Lombardia a Milano, alle quali erano intervenuti anche tanti sindacalisti di Monza e della Brianza.

La cerimonia di inaugurazione

L’ingresso dell’ospedale San Gerardo

La cerimonia di inaugurazione dovrebbe prendere il via alle 10,30, poi gli invitati visiteranno la Terapia subintensiva respiratoria al quinto piano della palazzina; quindi le sale di endoscopia e la radiologia, rispettivamente al primo piano e al piano terra dell’edificio completamente ristrutturato.

Una cerimonia che era stata programmata in un primo tempo per mercoledì 11 marzo, poi rinviata a causa dell’emergenza coronavirus che ha visto l’ospedale monzese operare sempre in prima fila. Il settore B del San Gerardo, o Palazzina B, ospita oltre 300 posti letto disposti su 11 piani completamente ristrutturati, sia in termini di accoglienza alberghiera che di dotazioni strumentali e tecnologiche.  Alle spalle questo intervento, ora si passerà alla ristrutturazione dei settori A e B.

Il volantinaggio dei sindacati confederali

Sindacati confederali di Monza e Brianza a Milano per la Sanità
Il recente presidio dei sindacati brianzoli a Milano davanti al Palazzo della Regione

Il titolo del volantino che verrà distribuito dalle organizzazioni sindacali non lascia spazio a dubbi sulle richieste a presidente e assessore al Welfare: “Quando parliamo di sanità territoriale?”.  Dopo le critiche per quanto avvenuto in occasione dell’emergenza coronavirus, Cgil, Cisl e Uil chiedono di attivare da subito almeno un nucleo di assistenza territoriale per ogni ambito e in prospettiva costruire i nuovi distretti. In sintesi si chiede di cambiare il modello sanitario regionale, avviare il confronto per l’utilizzo delle risorse nazionali, utilizzare tutte le risorse europee disponibili, aumentare gli organici e stabilizzare i somministrati.

L’iniziativa dei sindacati va in sostanza nella stessa direzione da quanto richiesto dal Partito democratico brianzolo nell’incontro che si è tenuto giovedì scorso a Lissone, anche il Pd ha indicato come strada princpale da percorrere il potenziamento della sanità territoriale.

TORNA ALLA HOME PAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia