Messe in sicurezza due strade killer

Attivato il semaforo per l'attraversamento pedonale a chiamata in viale Libertà e sistemata viale Brianza

Messe in sicurezza due strade killer
Monza, 14 Dicembre 2017 ore 08:08

Due strade tristemente note per due incidenti mortali ora verranno messe in sicurezza. Si tratta di viale Brianza, dove ha perso la vita il giovane Elio Bonavita e di viale Libertà dove c’è stata una triste sequela di investimenti, l’ultimo a febbraio quando ha perso la vita un uomo di 66 anni.

Viale Brianza e Battisti

Verranno sostituiti a gennaio tutti gli impianti semaforici di viale Brianza con l’installazione di nuovissimi impianti a led che prevedono anche il segnale acustico per i non vedenti. In questo modo il viale verrà sincronizzato con l’onda verde e anche la svolta di via Pergolesi sarà in sicurezza. La strada, purtroppo, è tristemente nota proprio per l’incidente che è costato la vita a un ragazzino di appena 15 anni. La stesso provvedimento verrà attuato anche su viale Cesare Battisti, ma ci vorrà ancora qualche mese perché in quel caso deve ancora essere fatta la gara d’appalto.

Viale Libertà

E’ già entrato in funzione invece, il nuovo attraversamento pedonale a chiamata su viale Libertà. La strada, pericolosissima, è stata teatro negli anni di numerosi investimenti pedonali per la velocità con la quale veniva percorsa e la difficoltà di attraversamento in sicurezza. Da mercoledì i pedoni, invece, potranno chiamare il verde. Il semaforo verrà sincronizzato con quello tra viale Libertà e via Marelli per evitare code. Quest’ultimo progetto giaceva nel cassetto dal 2014, ma ora la Giunta Allevi ha deciso di mandarlo in porto.

Via Borsa- Buonarroti

Infine è stato sistemato anche l’incrocio Borsa-Buonarroti la cui pericolosità era stata segnalata più volte dal consigliere comunale leghista Salvatore Russo. Con il nuovo assetto verrà garantita l’uscita in sicurezza da via Borsa e verrà agevolato il trasporto pubblico locale.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia