Carate Brianza

Morì travolto sulle strisce pedonali: l’investitrice di Denes Roatis patteggia 1 anno e 6 mesi

L'incidente si verificò nel tardo pomeriggio del 30 novembre 2019. 

Morì travolto sulle strisce pedonali: l’investitrice di Denes Roatis patteggia 1 anno e 6 mesi
Cronaca Caratese, 19 Gennaio 2021 ore 17:02

Morì travolto sulle strisce pedonali: l’investitrice di Denes Roatis patteggia 1 anno e 6 mesi. L’incidente si verificò nel tardo pomeriggio del 30 novembre 2019.

L’investitrice di Denes Roatis patteggia 1 anno e 6 mesi

Ha patteggiato 1 e 6 mesi di reclusione, con pena sospesa, oltre alla sanzione accessoria della sospensione della patente per 2 anni, N.S., l’automobilista 75enne di Carate Brianza che nel novembre 2019 travolse, alla guida della sua auto, Denes Robert Roatis, noto a tutti come Denis. Il 23enne residente anche lui a Carate e molto conosciuto, stava attraversando correttamente sulle strisce pedonali. Le conseguenze furono gravissime e il giovane morì durante il trasporto in ospedale.

L’udienza nei confronti della 75enne si è da poco conclusa davanti al Gup del Tribunale di Monza, dott.ssa Federica Centonze. I familiari della giovane vittima sono stati assistiti da Giesse Risarcimento Danni, gruppo specializzato in materia di risarcimento danni e responsabilità civile con sede anche a Monza.

L’incidente nel 2019

Era il 30 novembre del 2019, poco dopo le 17, quando Denes viene travolto in pieno mentre sta attraversando sulle strisce pedonali in via Milano a Carate Brianza, nei pressi della pizzeria steak house. A piombargli addosso è stata una Renault Twingo condotta da una 75enne di Carate che, non vedendolo, lo ha investito in pieno.

Le condizioni del ragazzo sono apparse subito disperate: nonostante l’intervento di due infermiere di passaggio che hanno iniziato le manovre di rianimazione cardiocircolatoria, alternandosi l’un l’altra fino all’arrivo dell’ambulanza del 118 il giovane muore durante la tragica corsa dell’ambulanza verso l’ospedale di Desio, a causa delle gravissime lesioni riportate. L’autopsia effettuata sul corpo del giovane confermerà poi che il decesso è avvenuto a causa di un gravissimo trauma cranico riportato nell’urto contro il montante dell’auto.

«Denes aveva solo 23 anni, era un ragazzo molto premuroso e responsabile nei confronti dei suoi genitori e di sua sorella, aveva tutta la vita davanti e una carriera molto promettente nell’azienda di famiglia, nella quale svolgeva il ruolo di progettista tecnico e stava per essere ammesso anche nel consiglio direttivo – sottolinea Fernando Rosa, responsabile di Giesse Monza.

Denes Robert Roatis

Quel raduno silenzioso…

In tanti sicuramente ricorderanno quando, pochi giorni dopo l’incidente, in via Milano a Carate si radunarono decine e decine di persone per ricordare il 23enne. Una folla  incredula per la prematura scomparsa di un giovane ben voluto da tutti.  Anche Mamma Heidy e papà Christian, nonostante il dolore atroce per la perdita del figlio maggiore, si unirono al gruppo silenzioso e commosso.

GUARDA QUI FOTO E VIDEO DEL RITROVO

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli