Cronaca
L'iniziativa

Raccolta fondi per stare vicini alla famiglia del 23enne morto a Ibiza

Gli amici del 23enne Marco De Angelis hanno avviato la raccolta come forma di vicinanza alla famiglia: in meno di 24 ore superati i 10mila euro

Raccolta fondi per stare vicini alla famiglia del 23enne morto a Ibiza
Cronaca Caratese, 11 Agosto 2022 ore 21:38
Una raccolta fondi come forma di vicinanza verso la famiglia De Angelis, straziata dalla perdita di Marco, il 23enne di Biassono  morto a Ibiza in un tragico incidente in moto

La raccolta fondi

 "In veste di amici ci terremmo ad essere ancora più vicini alla famiglia di Marco e a provare ad accompagnarlo in questo viaggio per quel che possiamo. Chiunque voglia unirsi a noi può farlo tramite questa raccolta fondi che verrà direttamente devoluta alla famiglia".

Poche parole attraverso le quali gli amici di Marco De Angelis hanno annunciato l'avvio di una raccolta fondi sulla nota piattaforma gofundme. Una iniziativa spontanea degli amici, consapevoli che tutto questo non potrà riportare indietro Marco né lenire il dolore dei familiari, ma altrettanto desiderosi di dare una mano e far sentire la loro vicinanza anche sostenendo le spese funerarie e per il trasporto della salma in Italia. E la macchina della solidarietà ha risposto immediatamente: l'obiettivo della raccolta fondi erano 10mila euro e pochi minuti fa, a meno di venti ora dalla sua apertura, è stata già superata la quota (10.880) grazie a 314 donazioni

La tragedia

Il dramma si è consumato domenica sera a Ibiza dove il 23enne originario di Lissone, ma residente a Biassono  si trovava in vacanza con gli amici. L'incidente è avvenuto intorno alle 23,37 lungo una strada di Sant Jordi, località a sud dell'isola dell'arcipelago delle Baleari. Marco De Angelis, 23 anni (ne avrebbe compiuti 24 a dicembre), avrebbe perso il controllo della moto finendo contro un muro. Le sue condizioni  sono parse subito gravi, quindi si sono immediatamente attivati i soccorsi. Sul posto si sono precipitate due ambulanze: nonostante le disperate manovre di rianimazione, per il ragazzo non c'è stato nulla da fare. Troppo gravi le ferite riportate nel violento schianto. Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della Polizia Locale di Sant Josep e della Guardia Civile.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie