Cronaca
Desio

Rubato e abbandonato il defibrillatore in memoria di un donatore Aido

Una residente l'ha ritrovato e consegnato ai Carabinieri. La condanna del sindaco: "Un gesto davvero idiota e irresponsabile".

Rubato e abbandonato il defibrillatore in memoria di un donatore Aido
Cronaca Desiano, 15 Giugno 2022 ore 20:18
Rubato e abbandonato il defibrillatore in memoria di un donatore Aido. E' accaduto a Desio nel quartiere San Giovanni Battista, nel parco dedicato a Luca Sala, tra via Pallavicini e via Montale.

Brutto gesto, defibrillatore rubato e abbandonato

A segnalare il vandalismo è stato il Comitato di quartiere San Giovanni Battista. Nel Parco in memoria di Luca Sala, socio e donatore Aido, è stato rubato e poi abbandonato a qualche metro di distanza il defibrillatore che era stato inaugurato meno di un anno fa, a luglio 2021. Luca Sala è mancato a 31 anni nel 2007 in seguito a un malore durante una partita di basket. Il desiano aveva mosso i primi passi nella Pallacanestro Aurora Desio. ll defibrillatore era stato donato dalla mamma di Luca Sala, Carla Conti, insieme ad Aido. "Chi, come me, ha conosciuto Luca, lo ricorda come un ragazzo solare, pieno di voglia di vivere e amante dello stare insieme e dello sport, in particolare del basket e del calcio: ha lasciato un vuoto enorme", aveva detto l'ex primo cittadino, Roberto Corti, al momento dell'inaugurazione.
Desio - Luca Sala

"Ci vuole più rispetto dei beni pubblici"

A inizio settimana il brutto gesto. Il defibrillatore è stato rubato e poi abbandonato a pochi metri. Una residente lo ha poi ritrovato e consegnato ai Carabinieri. "Ringraziamo la signora che ha ritrovato il defibrillatore e si è occupata di allertare le forze dell'ordine - hanno detto dal Comitato di quartiere San Giovanni -  Il defibrillatore è un bene di prevenzione di grande importanza e sapere che è stato vandalizzato ci rattrista e ci preoccupa. Invitiamo la cittadinanza a un maggiore rispetto dei beni pubblici: un atto di goliardia oggi può causare una morte domani". La condanna è arrivata anche dal sindaco, Simone Gargiulo: "Fortunatamente è stato consegnato ai Carabinieri che lo hanno dato in custodia alla Polizia Locale. Un gesto davvero idiota e irresponsabile".
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie