Scomparso da Desio, Paolo Altomonte manca da due settimane

L'ultimo avvistamento a Lecco. L'appello dei familiari: "Aiutateci a ritrovarlo".

Scomparso da Desio, Paolo Altomonte manca da due settimane
Desiano, 14 Agosto 2018 ore 08:00

I familiari di Paolo Altomonte sono di nuovo in apprensione. Il 69enne di Desio, scomparso da casa a fine giugno e poi ritrovato in Svizzera dopo nove giorni, si è di nuovo allontanato dal quartiere San Pietro e Paolo, dove vive.

Scomparso da casa, Paolo Altomonte manca da due settimane

E’ successo il 1 agosto. “Stavo andando da lui e l’ho incrociato in centro, sul corso – racconta la cognata Enza – intorno alle 11.45. Non l’ho più visto”. L’ultimo avvistamento è di sette giorni fa: martedì il desiano (70 anni il 1 ottobre) era al santuario Nostra Signora della Vittoria di Lecco. “Giovedì sera – spiega Enza – una donna ha letto il nostro appello sui social e ci ha detto di averlo visto due giorni prima mentre camminava verso Lecco. Lei gli ha offerto un passaggio ma lui l’ha rifiutato. Sapendo che mio cognato è un uomo di fede, con il pallino per santuari e chiese, venerdì mattina mi sono precipitata con un’amica a Lecco. Abbiamo girato chiese e santuari. Il prete del santuario della Vittoria mi ha confermato di averlo visto e confessato martedì. Stava bene”.

L’appello dei familiari

Da allora, nessun’altra segnalazione. “Siamo molto preoccupati – confida la donna, che venerdì ha presentato denuncia ai carabinieri di Lecco – perché Paolo assume ogni giorno farmaci salva vita che non ha con sé”.
Alto 1,70, corporatura robusta, vistosa cicatrice sotto al collo, al momento della scomparsa Paolo Altomonte indossava una maglietta grigio scuro con collo bianco, jeans grigi e scarpe blu da ginnastica. Con sé non ha un documento di riconoscimento, né un cellulare. Chiunque avesse sue notizie può contattare la cognata al numero di telefono 3333861656 o i carabinieri.
Le ricerche dell’uomo finora non hanno dato esito. Non è la prima volta che il 69enne si allontana da casa, gettando i familiari nell’ansia. Tre anni fa era arrivato a Bologna. A inizio luglio, dopo nove giorni di ricerche, era stato invece ritrovato in un ospedale a Mendrisio, in Svizzera. Si era messo in testa di andare a Lourdes.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia