Assegnato il premio

Seveso, a Maurizio Ravasi il Sampietrino d’Oro 2020

La benemerenza cittadina sarà consegnata allo storico volontario.

Seveso, a Maurizio Ravasi il Sampietrino d’Oro 2020
Seregnese, 16 Aprile 2020 ore 12:30

Seveso, a Maurizio Ravasi il Sampietrino d’Oro 2020. La benemerenza cittadina sarà consegnata allo storico volontario.

Sampietrino a Ravasi

La Giunta Comunale ha deliberato il conferimento del Sampietrino d’Oro 2020, benemerenza della città di Seveso, a Maurizio Ravasi, volontario in parrocchia e in diverse associazioni e gruppi del territorio. Il riconoscimento viene attribuito ogni anno a personalità o enti che si siano distinti per l’opera fattiva svolta nei campi culturale, artistico, scientifico o sportivo o per altri meriti, e che abbiano contribuito ad onorare Seveso in Italia e nel mondo. L’assegnazione della benemerenza è deliberata dalla Giunta, cui vengono sottoposte le relative proposte pervenute al sindaco. Proposte che quest’anno sono state numerosissime per Maurizio Ravasi. Per la Giunta guidata da Luca Allievi deliberare è stata una cosa facile, ma anche un onore essendo Ravasi ampiamente conosciuto dai sevesini per lo spirito generoso e altruista e per l’impegno nelle fattive opere compiute in favore degli altri. Opere piccole e grandi, ma sempre efficaci, con le quali rende onore a Seveso rappresentando il miglior esempio per le future generazioni.

Le motivazioni della Giunta

La Giunta ha attribuito l’onorificenza con la seguente motivazione: “Per il costante, disinteressato, proficuo impegno che quotidianamente spende per chiunque ne abbia bisogno; per il silente operato, in difesa dei deboli e degli invisibili, per l’energia positiva che infonde come amico e fratello dei sevesini. Da decenni si è dedicato anima
e corpo al volontariato, cattolico e laico e si è sempre messo a disposizione come supporto, sia fisico che morale, verso numerose associazioni e privati sevesini. Il suo entusiasmo e la capacità di aggregare sono immutati nel tempo: da parecchi anni è il sagrestano preciso e puntuale della Parrocchia dei Santi Gervaso e Protaso, da sempre è attivo nello sport, che ha praticato con tenacia e spirito di sacrificio, con risultati apprezzati nel calcio e nella maratona e nel volontariato ad ogni livello, specie nell’impegno sociale dedicato al mondo delle missioni, al quale si è avvicinato dopo l’incontro con don Angelo Mutti. Con la laboriosità instancabile di Maurizio Ravasi, attraverso la raccolta di carta e rottami, si ricavano i fondi e quanto necessario per le missioni in diverse parti del mondo e per adozioni a distanza: per i suoi viaggi in aiuto dei più poveri è per i sevesini ‘il postino di Dio’”.

“Maurizio è allegria e passione”

“Chiunque sia di Seveso non può non conoscere Maurizio – ha affermato il sindaco Luca Allievi – Lo si vede in giro
con il suo furgoncino a recuperare tutte quelle cose che spesso ci ingombrano la casa o la cantina e che magari ci sono di intralcio. Ma lui le prende e le tramuta in un aiuto per qualcuno. E se non è per le strade o in chiesa a servire come sagrestano, allora lo senti in giro col megafono ad annunciare qualche sagra estiva o qualche iniziativa parrocchiale: allegria e gioia di vivere allo stato puro. Ma anche serietà, passione, lavoro, fede e pure riservatezza. Maurizio è quello che magari vorremmo essere ma che spesso, per vari motivi, non riusciamo ad essere. Attribuirgli il Sampietrino d’Oro 2020 è solo un piccolo gesto da parte di tutta la nostra comunità per ringraziarlo di quello che ci ha dato negli anni. Anche se sappiamo tutti che a lui piace dare senza mai chiedere nulla in cambio”.

Consegna al termine dell’emergenza

Con l’annullamento della sagra di Calendimaggio, la solenne cerimonia di consegna del premio da parte del sindaco non avrà luogo come da tradizione nel Santuario di San Pietro Martire alla fine della messa di Calendimaggio, ma si
svolgerà quando la situazione sanitaria si sarà stabilizzata. Tutto questo a causa dell’emergenza Coronavirus. Il premio consiste in un manufatto d’oro, inciso a mano e raffigurante l’immagine di San Pietro Martire e di altri elementi della tradizione sevesina.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia