Cronaca
giussano

Si getta nel laghetto, trovato morto un 73enne

Si tratta di un pensionato residente a Monza che ha lasciato un biglietto sul parabrezza della sua auto

Si getta nel laghetto, trovato morto un 73enne
Cronaca Caratese, 19 Settembre 2021 ore 22:15

Ha lasciato un biglietto sull'auto, poi si è tolto la vita gettandosi nel laghetto di Giussano. Un 73enne è stato trovato morto due ore fa.

Si getta nel laghetto

Pochi minuti prima delle 20 di questa sera, domenica 19 settembre 2021, nei pressi della sponda meridionale del laghetto, i sommozzatori hanno rinvenuto il corpo senza vita di un 73enne. L'allarme è scattato intorno alle 18 quando alcuni passanti hanno notato un biglietto con chiari intenti suicidi appoggiato sul parabrezza di un'auto, una Smart Fortwo, parcheggiata nei pressi del laghetto. Sul posto sono intervenuti immediatamente i Carabinieri di Giussano che hanno proceduto ad attivare il Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse, richiedendo l'intervento dei soccorritori del 118, dei sommozzatori e dei cinofili dei Vigili del fuoco nonché dell'unità cinofila dell'Associazione nazionale Carabinieri di Giussano.

Le indagini

Le ricerche sono durate poco meno di due ore.  Alle 19.50 è stato rinvenuto il corpo esamine di un uomo di 73 anni, di origini friulane ma residente a Monza. Si tratta di un pensionato, celibe, che probabilmente si è recato questa mattina al laghetto artificiale di via Ambrogio Viganò, al civico 88, e avrebbe compiuto l'insano gesto, verosimilmente dopo aver assunto psicofarmaci. Proseguono le indagini dei Carabinieri per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto.

Il servizio completo sarà pubblicato sul Giornale di Carate in edicola da martedì 21 settembre 2021.

 

Necrologie