Cronaca

“Sto andando da mia zia”, ma non sa dove abita: denunciato

Nei guai anche un minorenne che detto agli agenti che stava andando in farmacia

“Sto andando da mia zia”, ma non sa dove abita: denunciato
Monza, 17 Marzo 2020 ore 20:50

“Sto andando da mia zia”, ma non sa dove abita: denunciato

Sorpreso a spasso per Monza a dispetto delle norme restrittive volte a limitare il diffondersi del coronavirus, non ha trovato di meglio che dire agli agenti della Polizia Locale che stava andando a trovare la zia. Peccato che non sapesse dove abitava. E così per il giovane è scattata la denuncia. Così come è finito nei guai anche l’amico che in quel momento si trovava con lui. I fatti si sono verificati oggi, martedì 17 marzo 2020, a Monza.

Nei guai anche tre minorenni

Ma la visita alla fantomatica parente non è stata l’unica scusa inventata da persone trovate per strada senza alcun motivo valido. Ieri, lunedì, alle 15.30 a Monza, in via Procaccini tre minorenni sono stati  sorpresi dalla Polizia Locale mentre bivaccavano all’imbocco della pista ciclabile.

I tre – tutti di origini egiziane, due residenti a Monza, uno ad Arcore – sono stati portati al Comando di via Marsala per l’identificazione, visto che non avevano con loro i documenti. Tutti e tre sono stati denunciati  per inosservanza dei provvedimenti delle autorità, ma per uno di loro è scattata anche la denuncia per falsa autocertificazione visto che ha sostenuto di dover andare in farmacia.

Un secondo minore invece è stato denunciato perché in possesso di un coltello da cucina appuntito. Tutti e tre alla fine hanno ammesso di essere usciti perché non ce la facevano più a stare in casa.

Controllate le attività commerciali

Prosegue l’attività della Polizia locale che ha anche controllato numerosi esercizi commerciali senza riscontrare irregolarità.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia