Cronaca
Seregno

Svastiche sulla stele nel Bosco della memoria

Nei giorni scorsi l'oltraggio sul monumento nel parco 2 Giugno alla Porada, che versa in condizioni di grave degrado: i pannelli rovinati in diversi punti.

Svastiche sulla stele nel Bosco della memoria
Cronaca Seregnese, 08 Settembre 2021 ore 18:17

A Seregno svastiche sulla stele nel Bosco della memoria. L'oltraggio sul monumento nel parco 2 Giugno alla Porada per non dimenticare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati italiani nei campi di concentramento nazisti.

Al Bosco della memoria compaiono le svastiche

svasticheSvastiche sulla stele del Bosco della memoria nel parco 2 Giugno alla Porada. Sono comparse probabilmente nei giorni scorsi, per mano di ignoti che hanno inciso il simbolo nazista sul monumento inaugurato il 16 febbraio 2005 per non dimenticare lo sterminio del popolo ebraico e dei deportati italiani nei campi di concentramento nazisti. L'oltraggio con il simbolo nazista si aggiunge al degrado del monumento, con i pannelli rovinati da incisioni, pedate e lancio di sassi.

 

L'amarezza dell'ex consigliere

Il cippo ricorda anche la Giornata della memoria e riporta la poesia "Se questo è un uomo" di Primo Levi. Era stato inaugurato 16 febbraio 2005 all'epoca del sindaco Gigi Perego, attuale consigliere comunale del Partito Democratico, su proposta del Consiglio comunale dei ragazzi. Il degrado dell'opera, che diffonde un messaggio di notevole importanza, viene segnalato dal professor Francesco Mandarano, ex consigliere comunale: "Se si fa un monumento, poi bisogna custodirlo e valorizzarlo".   Per Francesco Mandarano si tratta di uno dei monumenti più dimenticati della città, al pari di quello in via Pacini in memoria delle vittime della strage di Beslan, nel 2004 in Caucaso.

Il servizio integrale sul Giornale di Seregno in edicola questa settimana.

 

Necrologie