Seregno

"Se restituisce il tablet non lo denuncio"

E' l'appello del titolare di un negozio di tatuaggi derubato nella notte. Nelle stesse ore un altro furto dal parrucchiere, falliti due tentativi in centro.

"Se restituisce il tablet non lo denuncio"
Cronaca Seregnese, 14 Luglio 2021 ore 18:37

"Se restituisce il tablet, non lo denuncio". E' l'appello del titolare del negozio Gia Tatoo di corso Matteotti, dopo il furto dello zaino di un prezioso collaboratore. All'interno c'era il computer con i suoi progetti  di lavoro.

"Se restituisce il tablet non lo denuncio"

E' intenzionato a non denunciare il ladro se restituisce il tablet rubato nel suo negozio, che appartiene a un collaboratore. Gianmario Minotti, titolare di Gia Tatoo a Seregno, lancia un appello dopo il furto notturno nei giorni scorsi. Il giovane collaboratore "è un ragazzo eccezionale. Quel computer contiene i suoi progetti di lavoro".

Non solo il tablet, derubato il parrucchiere

Nella stessa notte un altro furto ai danni del parrucchiere di via Cairoli. Rubati soldi in cassa, rasoi elettrici e prodotti per un valore di circa mille euro. Ma nelle stesse ore, sempre in centro città, sono stati presi di mira un altro parrucchiere e una boutique.

Falliti altri due tentativi di intrusione

Negli ultimi due casi il malfattore non è riuscito a forzare l'ingresso dei negozi. Una residente ha notato un uomo in bicicletta con un piede di porco, ma non si può affermare che tutti gli episodi siano riconducibili alla stessa persona. Il mese scorso si erano registrati dei furti in un bar al confine con Meda.

Un ampio servizio con le fotografie nel Giornale di Seregno in edicola questa settimana

Necrologie