Novità

Un ventenne ha travolto la ragazza, ecco com’è andata

Accertamenti in corso sul ragazzo di Meda che ha perso il controllo dell'auto

Un ventenne ha travolto la ragazza, ecco com’è andata
Seregnese, 21 Giugno 2020 ore 12:56

E’ un ventenne di Meda il ragazzo alla guida della Seat Leon che ha travolta una ragazzina e i suoi amici. Con il passare delle ore è stata ricostruita l’esatta dinamica dell’incidente andato in scena questa notte domenica 21 giugno 2020 alle 2.55 a Seregno in via Colombo.

Com’è andata

Per cause in corso d’accertamento il ragazzo, celibe, disoccupato, pregiudicato per violazioni in materia di armi, alla guida della Seat Leon, ha perso il controllo del proprio veicolo andando a sbattere contro una Fiat 500 ferma in sosta che a sua volta è carambolata contro altre due autovetture parcheggiate.
All’interno della Fiat 500, erano sedute una 19enne e una 18enne intente a parlare con due amici rispettivamente di 20 e 22 anni lì presenti accanto all’auto.
Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Lentate sul Seveso, i Vigili del Fuoco di Seregno e il personale sanitario del 118 con due ambulanze e un’automedica.

Le ragazze in ospedale

Ad avere la peggio è stata P.A., la ragazza di 20 anni di Meda che è stata colpita dalla vettura e ha riportato un grave trauma cranico e addominale ed è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Gerardo. Gli altri tre, una ragazza, P. G. di Meda, di 20 anni e due coetanei P. S. di 20 anni e O. L. di Seregno sono rimasti feriti ma in modo lieve e sono stati trasportati in ospedale per accertamenti ma in codice verde all’ospedale di Desio.  Fortunatamente le condizioni delle due ragazze sono poi migliorate, anche se la 18enne resta in prognosi riservata anche se non più in pericolo di vita.
L’autista della Seat Leon è stato sottoposto agli accertamenti sanitari del caso per i quali si attendono gli esiti. Le indagini sono in corso.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia