Menu
Cerca
Campo base a Lissone

Vaccini Covid a domicilio, in città è arrivato anche Guido Bertolaso

Il commissario regionale ha partecipato alle somministrazioni a casa degli anziani. Coinvolti anche gli over 80 di Giussano

Vaccini Covid a domicilio, in città è arrivato anche Guido Bertolaso
Cronaca Monza, 16 Aprile 2021 ore 12:21

La campagna di somministrazione a domicilio dei vaccini anti-Covid, procede anche a Lissone e a Giussano. Tra martedì e ieri, tour de force per Protezione civile, Polizia locale, medici e personale sanitario.

Vaccini anti Covid a Lissone e Giussano

E’ iniziata martedì, con una telefonata al sindaco Concetta Monguzzi, la maratona per la vaccinazione dei pazienti over 80 in città.

Sono stata chiamata a Milano alla sede dell’Agenzia regionale emergenza urgenza e attorno ad un tavolo coordinato dal dottor Guido Bertolaso, consulente di Regione Lombardia per l’attuazione del piano vaccini anti-covid, con i responsabili della Protezione civile regionale, con il maggiore dell’Esercito, con i dirigenti di Areu e con il direttore sanitario dell’Ats Brianza, ho partecipato ad una attività di programmazione e coordinamento da svolgersi a Lissone e a Giussano.

Questo il commento del primo cittadino, impegnata per tutta la giornata di martedì, mercoledì e giovedì, nella gestione della campagna vaccinale per gli anziani.

Mi è stato fornito un elenco di persone da vaccinare a domicilio e con gli agenti di Polizia locale la nostra città è stata suddivisa per zone e sono stati individuati i percorsi. Sono state formate le squadre-team di accompagnamento dei medici. La Protezione civile di Lissone ha istituito la centrale operativa per i due Comuni presso la propria sede in via Tripoli: ha liberato lo spazio, fornito il personale di supporto, garantito la comunicazione tra i team e la centrale. L’Ats ha avvisato telefonicamente tutte le persone che avrebbero ricevuto la vaccinazione. E al mattino abbiamo accolto il camper di Areu costruito con l’intenzione di agevolare l’attività vaccinale domiciliare, mantenendo la catena del freddo e anche in caso di necessità come veicolo di emergenza-urgenza.

Un grande lavoro di squadra che è stato organizzato nel campo base allestito nella sede della Protezione civile di via Tripoli.

5 foto Sfoglia la gallery

La distribuzione dei vaccini

E’ stata la stessa Protezione civile ad accompagnare i medici e gli infermieri dell’esercito provenienti dall’aeroporto di Linate. In città era presente anche il sindaco di Giussano, Marco Citterio.

Con loro anche medici di Areu e delle Usca le unità di continuità assistenziale che intervengono di solito al domicilio su pazienti covid. Molti uomini e molte donne giovani: poche parole e gran voglia di mettersi in gioco e di svolgere con ordine il proprio lavoro. Attenzione, serietà, coinvolgimento da parte di tutti. Sul camper i vaccini forniti da Asst brianza sono stati preparati e consegnati. Con noi c’era il direttore generale di Ats, Silvano Casazza.

L’arrivo di Guido Bertolaso

Ha proseguito il sindaco Monguzzi, accompagnata dal comandante della Polizia locale Matteo Caimi e dal vicecomandante Daniele Azzolini.

Dopo una veloce riunione, le auto scortate dalla Polizia locale e dalla Protezione civile sono partite con a bordo medici ed infermieri muniti di siringhe di vaccino già pronte. Il dottor Bertolaso ci ha raggiunto ed è salito come medico sulle auto dirette al domicilio dei nostri cittadini.

Le squadre, al termine delle somministrazioni, hanno poi fatto rientro in via Tripoli.

Al ritorno le squadre hanno riferito di una grande attesa da parte delle persone raggiunte e di grande soddisfazione per essere riusciti ad intervenire dando speranza. Entrare nelle case ha sempre il significato di entrare nella vita delle persone che in questo caso sono fragili e bisognose di aiuto. E si affidano a chi si prende cura di loro. Ringrazio chi ha lavorato sul nostro territorio per raggiungere le categorie più fragili. Areu, Ats, Asst, Protezione civile e Comune hanno saputo creare sinergia in un lasso di tempo brevissimo portando un risultato concreto. Auspico che questa collaborazione possa ripetersi nel tempo individuando forme e risorse che possano far fronte alle esigenze della popolazione.

All’appello, per ora, mancano ancora alcune persone anziane, allettate e over 80 che si sono registrate presso il loro medico che stanno attendendo la consegna del vaccino.

8 foto Sfoglia la gallery

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Necrologie