Menu
Cerca
Verano Brianza

Verano, nuova scultura nel giardino della biblioteca

Dopo Moioli e Filippi, arriva l'arte di Carlo Guzzi

Verano, nuova  scultura  nel giardino della biblioteca
Cronaca Caratese, 07 Aprile 2021 ore 11:00

A Verano c’è una nuova scultura nel giardino della biblioteca

L’arte, all’aperto

Prosegue il percorso espositivo avviato dalla biblioteca civica ed espressamente dedicato alle sculture monumentali.
Il mese di Aprile è dedicato ad un’opera molto significativa di Carlo Guzzi, un artista la cui sensibilità umana e artistica ha sempre colpito molto.
Dopo le sculture di Ambro Moioli e quelle di Pieralberto Filippi che hanno arricchito e abbellito il giardino della biblioteca, è stata posizionata all’ingresso un’altra importante opera: «Altro da me».

La scultura  “Altro da me”

«Un capolavoro espressivo dell’artista», l’ha definita Alberto Moioli, direttore di Art Arte Limpida, di Enciclopedia d’Arte Italiana, membro di AICA International. L’esperto d’arte così ha commentato la scultura: «Il viso che capeggia ora nel giardino della biblioteca dialoga con la struttura architettonica e accoglie idealmente tutti i cittadini che passeranno nei prossimi giorni, raccogliendo occhiate mute, pensieri e opinioni assai differenti tra loro. A me piace pensare che le ombre delle sagome di persone che si proiettano sul viso muto possano rappresentare le ombre, spesso distorte, che gli altri proiettano su noi stessi, modificandoci, coinvolgendoci o semplicemente apparendo per un solo periodo. Il confronto con l’opera d’arte e con le proprie emozioni è una vittoria contro l’indifferenza».
Si tratta di un’opera realizzata in polistirene, tra il 2017 e 2021 di grandi dimensioni, rivestita con resina monocomponente che crea una superficie microplastica molto dura, ruvida e lievemente flessibile resistente ai colpi, agli urti, all’acqua anche a continuo scorrimento, alle intemperie e a sbalzi termici considerevoli.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli