Cronaca
L'appello

Villasanta, l’accorato appello della moglie di "Nonno Cinque"

A Carmela di Somma non sono più stati restituiti orologio e cellulare del consorte Giuseppe Tornitore, volontario di Villasanta Attiva ucciso dal Covid un mese fa.

Villasanta, l’accorato appello della moglie di "Nonno Cinque"
Cronaca Vimercatese, 22 Dicembre 2020 ore 09:53

Villasanta, l’accorato appello della moglie di "Nonno Cinque"

Non parla apertamente di furto ma rivuole indietro gli effetti personali del marito Giuseppe Tornitore, morto più di un mese fa all’ospedale San Gerardo di Monza a causa del Covid.

E’ questo l’accorato appello che Carmela Di Somma, moglie dell’indimenticato 64enne volontario villasantese Tornitore, ferroviere in pensione e ribattezzato «Nonno Cinque», ha lanciato direttamente dalla pagine del Giornale di Vimercate, in edicola a partire da stamattina, martedì 22 dicembre 2020.

Si arrese al virus lo scorso 18 novembre

Tornitore, ricordiamo, si arrese al virus lo scorso 18 novembre, dopo una lunga degenza che l’ha visto ricoverato sia al San Gerardo che al Policlinico di Monza.

"Mio marito è morto più di un mese fa ma non siamo ancora riusciti a riavere gli effetti personali che aveva con se in ospedale - ha sottolineato contrariata la moglie - Giuseppe, oltre al cellulare, aveva anche la tessera sanitaria e l’orologio..."

Tutti i dettagli dell'appello, con l'intervista esclusiva alla moglie di Tornitore, li potrete leggere sul Giornale di Vimercate in edicola da oggi, martedì 22 dicembre. 

TORNA ALLA HOME 

Necrologie