Lissone

E’ Laura la vincitrice del concorso per il miglior logo del progetto “Piantiamola”

La Giuria ha scelto il lavoro di Laura Cappelletti dell’IIS Meroni perché considerato il più coerente con i contenuti del progetto nel quale erano state rappresentate due azioni: l’atto del piantare gli alberi e il tema dello smettere di rovinare l’ambiente.

E’ Laura la vincitrice del concorso per il miglior logo del progetto “Piantiamola”
Cultura Monza, 15 Dicembre 2020 ore 10:55

«Piantiamola!», Laura Cappelletti dell’IIS Meroni vince il concorso per il miglior logo identificativo del progetto “Piantiamola!” sulla sostenibilità ambientale.

Lissone: è Laura la vincitrice del concorso per il miglior logo del progetto “Piantiamola”

È di Laura Cappelletti, studentessa di 5TGC2 dell’Istituto di Istruzione Superiore Giuseppe Meroni di Lissone, il progetto vincitore del concorso grafico indetto dall’Amministrazione Comunale per definire il logo identificativo di «Piantiamola! Riflessioni per il presente ed il futuro», la rassegna ideata dal Comune di Lissone in collaborazione con realtà associative del territorio per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della sostenibilità ambientale. Una rassegna che, inevitabilmente, ha visto modificato il proprio programma originario in ottemperanza alle misure anti-contagio.

La Giuria

La Giuria del Concorso si è riunita in video-conferenza per valutare le proposte, momento di confronto che ha visto la presenza del sindaco di Lissone, Concettina Monguzzi, dell’assessore alla Cultura e Istruzione Superiore, Alessia Tremolada, della dirigente del Settore Cultura Angela Levatino, del dirigente scolastico dell’Istituto Giuseppe Meroni, Valentina Calì e del vicepreside, Lucio Casciaro.

Sono stati valutati i progetti grafici presentati dalle classi 5TGC2 (seguite dai docenti Erica Savoia e Cosimo Argentiero) e 5TCG3 (seguite dai docenti Lorenzo Cazzaniga e Marialaura Giordano) dell’indirizzo Tecnico Grafica e Comunicazione, sviluppati anche durante il periodo della Didattica a distanza attraverso una modalità di costante confronto con i docenti specializzati.

Un logo coerente con la sostenibilità ambientale

Il logo vincitore, selezionato dalla Commissione, è risultato essere quello di Laura Cappelletti perché ritenuto coerente con i contenuti del progetto “Piantiamola” nel quale erano state rappresentate due azioni: l’atto del piantare gli alberi e il tema dello smettere di rovinare l’ambiente.

“Seguendo il significato di questo progetto – descrive Laura nello spiegare la sua idea – è stato realizzato il logo impostando la chioma della pianta come se fosse una mano: essa vuol essere il simbolo dello stop, ovvero fermare l’inquinamento. L’altro elemento presente nel logo è una pala che porta l’idea dell’azione di piantare. Il font utilizzato è lineare e pulito; esso è collegato all’elemento della pala creando così un logo semplice e funzionale”.

Le menzioni speciali

La Commissione ha inoltre voluto conferire due menzioni speciali, relative ai lavori svolti da Martina Chiarato (classe 5TGC2) e Luna Rubino (5TGC3). La Commissione, a conclusione delle premiazioni, provvederà in via telematica a premiare gli studenti mediante l’invio di buoni libro del valore di 100 euro per la vincitrice e di 50 euro per le due alunne menzionate.
Il logo verrà quindi utilizzato nell’ambito delle iniziative promosse dalla rassegna – alcune delle quali sono inevitabilmente già state posticipate al 2021 – rappresentandola graficamente in tutti i materiali comunicativi che ne daranno divulgazione.

2 foto Sfoglia la gallery

“Abbiamo scelto di coinvolgere i giovani grafici di Lissone perché, come già accaduto all’inizio del 2020 con il concorso per il logo di Forum Donna, fosse data agli studenti la possibilità di esprimersi a livello concettuale su una tematica di particolare importanza quale è la sostenibilità ambientale – afferma Alessia Tremolada, assessore con delega alla Cultura – il logo vincitore ha colto, a nostro parere, il significato di rispetto dell’ambiente reinterpretandolo tanto come invito a fermare comportamenti scorretti quanto ad impegnarsi concretamente per cambiare il nostro approccio all’utilizzo indiscriminato delle risorse esistenti sul pianeta”.

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità