Cultura
Desio

Festa al rifiugio Bosio Galli con il Cai di Desio

I festeggiamenti si terranno sabato 17 settembre e per l'occasione verrà dedicato un momento di ricordo ad Anna Bosio Galli

Festa al rifiugio Bosio Galli con il Cai di Desio
Cultura Desiano, 15 Settembre 2022 ore 17:13

Festa al rifiugio Bosio Galli con il Cai di Desio, prevista sabato 17 settembre a Torre di Santa Maria in Valmalenco.

Le parole del presidente del Cai Desio, Claudio Rovelli

I soci del Cai Desio pronti a festeggiare la chiusura invernale del rifugio Bosio Galli, situato a Torre di Santa Maria in Valmalenco, vicino all’Alpe Airale, ad un’altitudine di 2086 metri. I festeggiamenti sono previsti sabato 17 settembre, anche se il rifugio chiuderà ufficialmente alla fine del mese per poi riaprire nuovamente l’1 giugno. Fondato nel lontano 1926, il rifugio è stato dedicato nel 1932 al cavalier Carlo Bosio, primo presidente del Cai Desio, ed è stato poi ampliato nel 1989 con la costruzione del rifugio invernale che invece rimarrà aperto anche nei mesi più freddi dell’anno. Durante questa storica giornata di festa si potrà prendere parte alla Messa alla cappelletta e successivamente pranzare in compagnia, gustando i piatti della tradizione. "E’ da tanti anni che noi del Cai di Desio ci ritroviamo per festeggiare la chiusura del rifugio – ci spiega Claudio Rovelli, presidente della sezione desiana del Cai – Quest’anno ci spiace non poter assistere al concerto come l’anno scorso ma siamo felici di festeggiare".

Verrà inoltre ricordata Anna Bosio Galli, figlia del cavalier Carlo Bosio

Per l’occasione ci sarà inoltre un momento dedicato al ricordo di Anna Bosio Galli, figlia del cavalier Carlo Bosio, alla quale nel 1997 è stato intitolato il rifugio che, da quel momento assunse la denominazione odierna di "rifugio Bosio Galli". In quelle circostanze, i soci del Cai Desio le dedicarono una targa che da 25 anni è affissa in questo luogo. "Mi auguro che, come negli anni precedenti, tutto si svolga in modo sereno e in amicizia, nel pieno spirito del Cai – ha concluso Rovelli  – Per noi è molto importante trovarsi in questo meraviglioso luogo ogni anno come da tradizione".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie