Menu
Cerca
L'8 marzo

Festa della donna, a Lentate un evento per sensibilizzare gli studenti e due panchine gialle

Previsto un incontro alle scuole medie sulla "Responsabilità digitale e di genere".

Festa della donna, a Lentate un evento per sensibilizzare gli studenti e due panchine gialle
Cultura Seregnese, 25 Febbraio 2021 ore 15:31

Festa della donna, in programma a Lentate sul Seveso un evento per sensibilizzare gli adolescenti e l’installazione di due panchine gialle.

Un evento in occasione della festa della donna

In occasione della Giornata Internazionale dei diritti della donna, per l’8 marzo 2021 l’Amministrazione comunale ha organizzato l’evento “Responsabilità Digitale e di Genere – Il Potere della Comunicazione” che si terrà alle scuole medie dell’Istituto comprensivo Toti ed è rivolto a tutti gli studenti adolescenti e preadolescenti. L’idea del neo-assessore alle Pari opportunità Barbara Russo, con il coinvolgimento dell’assessore all’Istruzione Domenico Pansera, è nata dalla forte volontà di sensibilizzare i giovani su un tema da cui oggi non si può più prescindere: la cultura di genere intesa come cultura del rispetto verso il sesso femminile, verso gli altri, verso il diverso da noi.

Il neo-assessore alle Pari opportunità: “Dobbiamo essere ambasciatori della cultura del rispetto delle identità di genere”

“Sono convinta che, davanti a qualunque evento, si possa sempre fare qualcosa. Sono altresì convinta che con una piccola azione concreta si possa innescare un cambiamento, forse lento, ma che con il tempo porti a una reale trasformazione culturale. E per fare questo dobbiamo tutti assumere un ruolo attivo nell’essere ambasciatori di una cultura del rispetto delle identità di genere, del rispetto delle differenze – ha affermato l’assessore Russo – Quella che comunemente è conosciuta come la “Festa delle donne” è in realtà nella forma più corretta la Giornata internazionale della Donna poiché la motivazione non è la festa ma la riflessione”.  Ed è proprio un momento di riflessione che questo evento vuole offrire per trasmettere come a volte gesti o azioni che ai ragazzi sembrano all’apparenza goliardici e superficiali possano avere riflessi estremamente negativi e conseguenze irreversibili.

L’assessore all’Istruzione: “Speriamo che qualcosa cambi partendo dalle nuove generazioni”

“L’evento dell’8 marzo, che sarà visibile da tutti in differita Facebook e sul canale Youtube del Comune di Lentate, vuole lasciare a tutti i ragazzi, ai genitori, alle famiglie, ai cittadini un segno importante perché qualcosa cambi davvero a partire da questa giovane generazione che rappresenta il nostro futuro, e per questo un ringraziamento va alla dirigente scolastica Tolomea Rubino per averne colto da subito la significatività educativa”, il commento dell’assessore all’Istruzione Pansera.

Il sindaco: “Due panchine gialle per riflettere”

“Sono certa che questa mattinata rimarrà impressa nei cuori e nei ricordi dei nostri ragazzi. L’impatto emotivo generato dal racconto (anche duro) di esperienze di vita concrete non potrà lasciare alcuno indifferente – ha concluso il sindaco Laura Ferrari – Come Amministrazione abbiamo deciso di allestire due panchine gialle (una in piazza San Vito e una all’esterno della scuola secondaria), un segno tangibile per riflettere insieme”. Un’iniziativa che era già stata realizzata l’anno scorso.

I relatori

All’incontro, che durerà dalle 9.30 alle 12.30, sarà presente una rappresentanza dell’Amministrazione lentatese (il sindaco e gli assessori Russo e Pansera), oltre all’assessore all’Istruzione di Regione Lombardia Fabrizio Sala e al presidente del Consiglio Pari opportunità di Regione Lombardia Letizia Caccavale. E’ stata chiesta l’importante collaborazione delle forze dell’ordine, in particolare dei Carabinieri del Comando provinciale di Monza e Brianza: il tenente Massimo Polinori parlerà di “Bullismo: adolescenti e generazioni connesse”. Sarà presente anche Alice Iacono, psicologa del Centro antiviolenza White Mathilda Onlus, con l’intervento “La cultura del rispetto verso le ragazze e l’importanza della collaborazione per superare gli ostacoli e condividerne la parità”. I saluti finali spetteranno alla dirigente scolastica Rubino.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli