Fondi per l'economia locale

A Desio 80mila euro per il Distretto del Commercio

La città brianzola conquista conquista il terzo posto in graduatoria su 121 progetti presentati su tutto il territorio regionale.

A Desio 80mila euro per il Distretto del Commercio
Economia Desiano, 12 Gennaio 2021 ore 11:19

Su 121 progetti presentati a livello regionale la città di Desio ha ottenuto il terzo posto in graduatoria per il bando che mira alla ricostruzione economica territoriale urbana finanziato da Regione Lombardia e si aggiudica un contributo di 80mila euro da destinare al Distretto Unico del Commercio del territorio.

A Desio 80mila euro per il Distretto del Commercio: il progetto

Il progetto, dal titolo #DESIOINRILANCIO, del Comune di Desio, in partenariato con Unione Confcommercio-Imprese per l’Italia Milano, Lodi, Monza e Brianza, Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza, Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi, Proloco di Desio, ARDEN – Luogo del possibile APS, risulta capofila e coordinatore delle iniziative di rilancio del DUC, oltre ad essere promotore attivo di alcuni interventi.

Desio ha ricevuto un punteggio di merito pari a 100 (il massimo attribuibile) per un importo di 80.000 euro totali: 60.000 euro come contributo dirette per spese in conto capitale (a sostegno degli investimenti effettuati), 20.000 euro come contributo diretto di parte corrente (affitti, costi fissi, costi di gestione altro ancora).

La strategia dell’ Amministrazione ha optato per una dimensione multilivello: interventi strutturali, creando uno scenario urbano favorevole alla qualità della vita e allo sviluppo del commercio; sostegno diretto alle imprese; strategie di supporto ai cittadini nella ricerca del lavoro, mantenendo il più possibile stabile la capacità di spesa, cercando di contrastare la povertà dei nuclei familiari.

Tante iniziative tra cui una piattaforma di servizi per le imprese del commercio

“Erano diversi anni che Desio non riusciva a guadagnare un simile risultato per il Distretto del Commercio, che finalmente è tornato a esistere – spiega l’Assessore al Commercio Jenny Arienti. E’ stato presentato un progetto che prevede va un piano integrato di iniziative, tra cui la creazione di un’applicazione digitale con lo scopo di riunire su un’unica piattaforma le imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato desiane per il contatto tra il cliente e il negoziante, nonché la promozione del commercio di vicinato. L’Amministrazione comunale ha investito risorse per il rilancio del DUC, grazie alle quali è stato anche prodotto un logo che identifica il Distretto di Desio e che viene utilizzato dalle attività commerciali che ne fanno parte”.

La scelta del Comune: un nuovo modello di mobilità urbana

E’ stato sviluppato un piano pluriennale di interventi infrastrutturali per riconfigurare il centro urbano e commerciale di Desio. Il progetto è finalizzato alla progressiva riduzione del traffico automobilistico, per dare nuove possibilità di passaggio pedonale davanti alle vetrine, favorire l’apertura di nuove attività, migliorando la funzionalità, l’accessibilità e l’impatto visivo delle aree pubbliche con interventi di moderazione del traffico in favore di un passaggio più tranquillo e rilassato in prossimità delle realtà commerciali. Obiettivo è il miglioramento della qualità della vita con un nuovo modello di mobilità urbana.

La chiave della ripresa è una strategia integrata

Quella scelta dal DUC è volta a sostenere e rilanciare il sistema di vendita e i servizi del distretto, agendo in contemporanea su più livelli: innovazione intesa come strumento per continuare a garantire la qualità della relazione e la normalità del quotidiano; creazione di spazi fisici belli, accoglienti, sicuri per la dimensione reale e quotidiana delle persone, dove fare shopping; creazione di uno spazio virtuale dove muoversi e fare acquisti, sempre nel contesto urbano, coniugando la comodità con la conoscenza diretta del commerciante. Inoltre, il sostegno diretto alle imprese serve per superare i momenti più critici della riapertura e l’ ampliamento del perimetro del Distretto utile a coinvolgere un maggior numero di operatori commerciali e artigianali nelle iniziative di rilancio.

“Questo progetto rappresenta il punto d’arrivo di un lungo percorso di condivisione e confronto tra Comune e DUC – conclude Arienti – il risultato finale ci consente di supportare, anche se in parte, le imprese che stanno investendo in questo periodo molto critico per l’economia. Cerchiamo di dare una risposta a livello locale alle nostre imprese, fornendo un supporto per migliorare e innovarsi”.

TORNA ALLA HOME 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità