Economia
Mobilitazione a Lissone

Lavoro: operai licenziati in sciopero alla Vefer

Sono una sessantina gli addetti della cooperativa che sono stati informati della risoluzione del contratto di appalto

Lavoro: operai licenziati in sciopero alla Vefer
Economia Monza, 02 Novembre 2022 ore 16:06

Lavoro: ancora una volta sono gli operai di una delle cooperative che opera nella storica Vefer di Lissone a incrociare le braccia.

Lavoro, operai in sciopero

Sono una sessantina i dipendenti della Itala Project a lottare per la difesa del proprio posto di lavoro. Nei giorni scorsi, infatti, agli addetti è stato comunicato il licenziamento collettivo "per recessione consensuale del contratto di appalto".

314341956_548546233945086_5541815489234977927_n
Foto 1 di 3
313419933_548546150611761_3701305568485532917_n
Foto 2 di 3
313928664_548546073945102_4090463317828488720_n
Foto 3 di 3

Una decisione che ha portato gli addetti - assunti da una cooperativa e non quindi dipendenti "diretti" della storica azienda lissonese - a protestare a partire da questa mattina contro una decisione che reputano illegittima e attivando l'assemblea permanente in dissenso con la scelta dei vertici di azienda e cooperativa.

Chiesta solidarietà ai colleghi

Gli operai della cooperativa, tra l'altro, hanno chiesto ai colleghi (quelli assunti direttamente dalla Vefer) un forte gesto si solidarietà nei loro confronti.

Chiediamo agli assunti Vefer di essere solidali con noi, perchè questa potrebbe essere l'anticamera di un processo più ampio in cui a pagare il prezzo saranno anche loro con la dismissione di interi settori e reparti. La nostra lotta è la vostra lotta.

Hanno sottolineato, con una nota firmata da Si Cobas, gli addetti della cooperativa.

All'inizio del turno, come ogni giorno, i lavoratori della Vefer di Lissone, sono entrati nello stabilimento, in risposta al licenziamento che hanno ricevuto venerdì sera. Da un giorno all'altro l'appalto era revocato e 60 operai lasciati in strada, licenziati in tronco. Per questo oggi li abbiamo accompagnati al lavoro come hanno fatto per anni.

Spiegano i rappresentanti sindacali. L'ultimo sciopero a oltranza dei dipendenti era stato convocato anche lo scorso marzo. Per tutta la mattinata fuori dai cancelli di viale Martiri della libertà gli operatori hanno protestato con striscioni e bandiere.

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Seguici sui nostri canali
Necrologie